rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Palazzo San Giorgio

Racket, Pazzano: "Esenzione dei tributi per chi denuncia"

Il consigliere comunale de La Strada chiede all'amministrazione di mantenere l'impegno preso e di inserire la voce in bilancio previsionale

Lotta alla 'ndrangheta vuol dire anche sostegno a chi denuncia il racket. Ecco allora che il gruppo La strada è attivo e si fa sentire anche in aula consiliare. Come già fatto in commissione bilancio il 9 giugno, infatti, anche ieri 14 giugno in consiglio comunale il consigliere Saverio Pazzano ha chiesto "all’Amministrazione di assumere precisi impegni rispetto all’esenzione dai tributi locali per chi denuncia il racket".

"Un anno fa ci siamo fatti portavoce di questa semplice misura di civiltà, - spiega Pazzano - significativa per stare vicino a chi resiste e dice no alla logica ’ndranghetista che attraverso il pizzo pretenderebbe di controllare il territorio. C’è bisogno di misure chiare e nette che indichino che il Comune si spende e si impegna concretamente contro la ’ndrangheta". 

"Come ricordato in precedenza, - aggiunge Pazzano -  esiste già un regolamento, deliberato nel 2012 dal Consiglio comunale. Dallo scorso anno ad oggi abbiamo assistito a continui rinvii, per cui si tratta di capire se il Comune ha o meno la volontà di applicarlo. Brunetti ha dichiarato ieri in consiglio comunale che la misura sarà inserita nel bilancio previsionale. Anche su questo, verificheremo alla prova dei fatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket, Pazzano: "Esenzione dei tributi per chi denuncia"

ReggioToday è in caricamento