rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
L'intervento

Anno giudiziario, Infantino: "Gli avvocati pagano ogni giorno multe nei parcheggi del Cedir"

Il presidente dell'ordine accusa il Comune di fare "la pesca a strascico"

Va al cuore dei problemi e riparte dagli obiettivi raggiunti, questa volta il il presidente dell'ordine degli avvocati di Reggio Calabria Rosario Maria Infantino, parlando alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario, lascia da parte le polemiche e muta la visuale delle cose. Si sofferma su quanto strada è stata fatta e sui risultati conseguiti.

Parla Infantino, dopo aver salutato e ringraziato anche gli avvocati presenti e con la toga "come vuole una cerimonia solenne come questa" e dice: "Durante questo anno con la magistratura abbiamo privilegiato il dialogo, perché la giustizia possa essere efficiente, tempestiva e giusta".

"Lo scorso venerdì sono venuti a Reggio Calabria - racconta il presidente dell'ordine degli avvocati - il dottor Laganà e il dottor Bisogni, rappresentanti del Csm, che hanno voluto incontrare i magistrati del Distretto. La presidente della Corte ha richiesto anche la mia presenza, e di questo la ringrazio. È la conferma di un dialogo attivo e di un lavoro nella stessa direzione. Ebbene facendo un po' di bilanci abbiamo condiviso la stesura di protocolli civili e penali, la formazione per magistrati e avvocati, il confronto continuo e giornaliero e l'organizzazione delle udienze". 

Ricorda il cammino fatto per l'edilizia forense e soprattutto per il palazzo di Giustizia che dovrà essere completato. 

Il problema parcheggi

Va al cuore delle cose Infantino e per questo ecco che evidenzia il problema parcheggi. Dice: "La Procura generale e la presidente della Corte d'Appello insieme a noi dell'Avvocatura ci siamo impegnati per individuare un'area per i parcheggi nell'adiacenze del Cedir. È un fatto importante perché gli avvocati quotidianamente pagano multe per esercitare la propria professione: ogni giorno il Comune di Reggio Calabria eleva decine e decine di multe nell'area parcheggi del Cedir quasi come fosse una pesca a strascico". 

Continua Infantino sul ruolo dell'avvocatura e aggiunge: "Ed allora non più in questo Distrettto rammarico per non essere stati considerati, per non essere stati coinvolti in occasioni delle scelte più o meno felici quanto forse per non essere riusciti a fare più di quanto si è fatto o si poteva o si doveva fare. In ogni caso mi sento di dire con forza che l'avvocatura è presente e sempre lo sarà  nei tavoli dove si lavora, si costruisce, si progetta sapendo di essere custode e garante dei diritti fondamentali fuori e dentro la giurisdizione". 

Poi il presidente Infantino si sofferma suI sistema carcerario "a cui ho dedicato in questo anno una particolare attenzione",  e "al grande tema dei femminicidi" per poi rivolgere un pensiero agli avvocati e alle avvocate impegnati nella difesa dei diritti nei territori in guerra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anno giudiziario, Infantino: "Gli avvocati pagano ogni giorno multe nei parcheggi del Cedir"

ReggioToday è in caricamento