rotate-mobile
Il lutto / Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

La storica merceria Lacaria abbassa la saracinesca per sempre: è morta la signorina Tita

Sul corso Garibaldi era stata fondata nel 1936 dal padre Antonino, poi la gestì la madre Beatrice con le due figlie resistendo alle mode del tempo

Era l'ultima testimone di un tempo passato, fatto di trine, merletti, passamaneria e perline. Antonietta Lacaria, conosciuta come Tita, era la figlia del titolare dell'antica merceria sul corso Garibaldi al civico 188, fondata nel 1936 dal papà Antonino. 

Ha resistito alle mode e al tempo, tenendo aperto fino all'altro giorno il suo negozio, la signorina Tita, ma a 92 anni si è spenta e con lei finisce anche la vita della merceria, con la sua vetrina ricca di merce del passato e rimasta sempre uguale. 

Chi passeggiava sul corso non poteva non notare l'antica merceria, con arredi in noce e fuori dal tempo, e la signorina Tita sempre gentile ad accogliere la clientela. Negli anni passati la signorina Tita condivideva il lavoro con la sorella, poi è rimasta sola ed ha continuato ogni giorno ad aprire il negozio, che era diventata ormai anche un po' casa, per restare attiva. 

L'attività commerciale fu inizialmente una profumeria molto apprezzata per i suoi prodotti richiesti dal mercato del tempo. Nel periodo della guerra subì furti e distruzione. Il titolare, provato per il grande dolore, per la perdita del suo lavoro, morì improvvisamente per un attacco cardiaco.

La moglie Beatrice, nel dopoguerra, decise di riprendere l'attività e poco dopo riaprì il negozio sul corso, aiutata dalle due figlie. Nel dopoguerra e negli anni del boom economico, la merceria andò bene perché ancora le donne cucivano i vestiti, la biancheria per la casa e il corredo delle figlie, oltre a fornire le sarte che realizzavano abiti pregiati. 

Poi la moda cambiò e sempre meno si cucirono i vestiti a mano, così come le riparazioni. Ma la merceria Lacaria ha continuato a resistere nel tempo, vendendo bottoni, cerniere e preziosi centrini fatti a mano. 

Adesso la saracinesca è per sempre abbassata e resta il ricordo del sorriso della signorina Tita.

Una messa in suffragio sarà celebrata sabato 20 aprile, alle ore 18,30, nella Chiesta di San Giorgio al Corso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storica merceria Lacaria abbassa la saracinesca per sempre: è morta la signorina Tita

ReggioToday è in caricamento