Lunedì, 22 Luglio 2024
L'iniziativa / Ortì

Il borgo di Ortì trasformato in un presepe vivente medioevale

Il consigliere comunale Mario Cardia saluta soddisfatto l'iniziativa che ha raccolto l'interesse di migliaia di visitatori

Qualcosa di unico e spettacolare è arrivata a Reggio Calabria. Una grande prima edizione del presepe vivente medievale con il borgo di Ortì trasformato in un suggestivo scenario per accogliere il presepe vivente medievale. A

ttraverso le musiche, i colori, le scene, le voci dei personaggi, si è cercato di riportare il borgo all’antico fascino del Medioevo. Migliaia i presenti che hanno vissuto un’emozione unica all’interno del villaggio del lontano 1223, utilizzando la moneta del tempo, osservando i paesaggi e le scenografie ricreate, incantati dagli abiti del 1200, realizzati dalla sartoria di Pino Bruzzese che ha curato con grande professionalità la conduzione artistica dell’evento, un percorso magico ed emozionante che ha accompagnato gli avventori fino alla grotta della natività.

Presente all’iniziativa il consigliere comunale Mario Cardia: “L’Iniziativa di oggi è una grande attrattiva che ha consentito di far visitare gli straordinari paesaggi e le bellezze di questo nostro borgo, un grazie va alla Regione Calabria che ha patrocinato l’evento, alla parrocchia, amministrata da don Giovanni Zappalà, che ha riunito cittadini e associazioni raggiungendo oggi un risultato splendido, alla magistrale conduzione artistica di Pino Bruzzese, all’associazione Providence e a tutti coloro che hanno contribuito al successo di questa prima edizione. Chi rappresenta le istituzioni ha il dovere di stare vicino e supportare le realtà positive della nostra città come la comunità di Ortì”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il borgo di Ortì trasformato in un presepe vivente medioevale
ReggioToday è in caricamento