rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Verso il processo

Presunti brogli elettorali, Castorina rinviato a giudizio: prosciolto l'assessore Delfino

La vicenda si riferisce alle comunali di Reggio Calabria del settembre 2020. Il giudice ha chiesto la trasmissione degli atti in procura per il sindaco sospeso Falcomatà. Il processo avrà inizio a gennaio

Il consigliere comunale di Reggio Calabria Antonino Castorina, del Partito democratico, è stato rinviato a giudizio per i presunti brogli elettorali alle comunali di Reggio Calabria del settembre 2020. E' quanto ha deciso il gup accogliendo la richiesta del procuratore aggiunto Stefano Musolino e del pm Nunzio De Salvo, al termine delle udienze preliminari del processo nato da un'inchiesta condotta della Digos da cui è emerso che, alle elezioni comunali di Reggio Calabria, avrebbe votato un centinaio di anziani che in realtà non si erano mai recati al seggio. In alcuni casi si trattava di persone addirittura decedute.

Secondo la procura, guidata da Giovanni Bombardieri, come scrive l'Ansa, i presunti brogli "sarebbero stati messi in atto grazie ai duplicati delle tessere elettorali ritirati negli uffici comunali da Castorina e dal suo entourage".

L'ex capogruppo dem, difeso dagli avvocati Francesco Calabrese e Natale Polimeni, è stato prosciolto da due capi di imputazione: "un abuso d'ufficio e dall'accusa di essere il "promotore, organizzatore e capo indiscusso" di un'associazione per delinquere finalizzata a "commettere più delitti in materia elettorale"".

Prosciolto l'assessore comunale Demetrio Delfino

Per l'assessore comunale Demetrio Delfino, che era accusato di abuso d'ufficio in relazione all'autonomina di Castorina a componente della commissione elettorale, il gup Quaranta accogliendo la richiesta dell'avvocato Massimo Canale ha prosciolto Delfino che, all'epoca dei fatti, era presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria.

Trasmissione degli atti in procura per il sindaco sospeso Falcomatà

In relazione allo stesso capo di imputazione, inoltre, come riporta ancora l'Ansa, il giudice ha chiesto la trasmissione degli atti in procura per il sindaco sospeso Giuseppe Falcomatà. Oltre all'entourage del consigliere Castorina, nell'inchiesta sono coinvolti presidenti di seggio e scrutatori, rinviati a giudizio. Quattro di loro avevano scelto il rito abbreviato e sono stati condannati a pene che vanno dai 2 ai 3 anni di reclusione. 

L'inizio del processo: la data 

Il processo sui presunti brogli elettorali inizierà il 12 gennaio davanti al tribunale di Reggio Calabria, presieduto dalla giudice Silvia Capone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti brogli elettorali, Castorina rinviato a giudizio: prosciolto l'assessore Delfino

ReggioToday è in caricamento