Venerdì, 19 Luglio 2024
Il progetto

Reggio sposa l’inclusione, ecco l’esperienza lavorativa di 4 giovani

I ragazzi hanno prima frequentato un corso di formazione presso la cooperativa sociale L. Nocera per poi entrare nelle aziende e svolgere il tirocinio

I risultati più che positivi del progetto del Comune di Reggio Calabria, illustrati nel corso della conferenza stampa di giovedì 28 presso i locali del Touchè hanno mostrato il successo dell’iniziativa che, grazie agli attori coinvolti, ha permesso a quattro ragazzi con lievi disabilità, di inserirsi nel mondo del lavoro. 

Giuseppe Martino, Sonia Martino, Andrea Maria Pirillo e Domenico Riso: sono loro i veri protagonisti del progetto "Insieme per l’inclusione", programma che rientra nei Pon Metro 2014-2020, Asse 3 servizi per l’inclusione.

"Un’esperienza formativa che mi ha arricchito molto e mi ha permesso di poter acquisire competenze nuove. Ho trovato persone disponibili e gentili che mi hanno dato tutto il supporto per poter svolgere il lavoro nel migliore dei modi”, spiega Giuseppe nel corso dell’incontro. 

Emozionatissima Sonia Martino che non nasconde le proprie emozioni: "Ho svolto il ruolo di segretaria presso lo studio di Domenico Chirico. È stata una bellissima esperienza con un grande team di lavoro. Dal punto di vista umano e caratteriale sono maturata molto perché prima di questa esperienza non riuscivo a parlare in pubblico, finalmente ce l’ho fatta. Oggi si conclude il percorso, sono molto dispiaciuta". 

I quattro ragazzi hanno prima frequentato un corso di formazione presso la cooperativa sociale L. Nocera per poi entrare nelle aziende e svolgere il tirocinio. "Mi sono trovato benissimo - ha dichiarato Domenico Riso - ed i proprietari della Pisano Carta sono stati fantastici. Adesso sono carico e pronto per vivere una nuova esperienza lavorativa".

Anche Andrea, prima dell’inizio del progetto era timido e introverso. Con una grande paura per le nuove esperienze: "Il progetto è stato di grande aiuto, mi ha permesso di relazionarmi meglio con gli altri e mi ha fatto scoprire il mondo del lavoro che prima non conoscevo. Come vedo il mio futuro? Spero adesso di trovare presto un altro lavoro per poter arricchire la mia esperienza e mettere a frutto le mie competenze acquisite". 

Presenti all’incontro anche Demetrio Delfino, assessore al welfare del Comune di Reggio Calabria, Gaetano Nucera, presidente della Cooperativa sociale L. Nocera, Franca Maria Plutino, presidente dell’associazione Armonia, il prof. Giovanni Giacobbe, coordinatore scientifico della Coop. L. Nocera e Angela Saraceno, docente e job coach del progetto.  

"Un ulteriore passo nell’inserimento di soggetti disabili in attività lavorative. Questa è la terza esperienza per la Cooperativa e speriamo che ci siano altre opportunità per i tantissimi ragazzi del nostro territorio - spiega il prof. Giacobbe - a noi preme la piena attuazione della legge 68 per sensibilizzare sia i datori di lavoro, sia l’intera popolazione per il pieno inserimento sociale e lavorativo". 

Un progetto pilota di grande valore ed impatto sociale che ha abbracciato appieno il processo di inclusione lavorativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggio sposa l’inclusione, ecco l’esperienza lavorativa di 4 giovani
ReggioToday è in caricamento