rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
L'iniziativa

Nasce il movimento culturale e politico Saturna

E' l'evoluzione di Giovani sulla Strada e si occuperà di raccogliere le istanze della società civile reggina

Nasce come evoluzione del percorso di Giovani sulla Strada e si chiama Saturna. Il movimento culturale e politico appena costituito in città è una nuova iniziativa della base giovanile del movimento La Strada, un gruppo di ragazzi e ragazze attivisti che ora hanno deciso di intraprendere un cammino autonomo fuori dall'organizzazione politica di Saverio Pazzano. Saturna si presenta con una nota dove i promotori illustrano il loro impegno per Reggio. Precisando, sulla pagina Facebook ufficiale del sodalizio, che "il percorso dei Giovani sulla Strada non si è interrotto, si è evoluto con la nascita di questo movimento. In seguito ad un lungo periodo di riflessione e dibattiti interni al movimento, abbiamo deciso di intraprendere una nuova strada, rimanendo legati ai nostri ideali socialisti ma, allo stesso tempo, tentando di reinterpretarli ed adattarli ai nostri tempi".

"Abbiamo scelto - spiegano poi nella nota - di ispirare il nostro nome ai Saturnali, ricorrenza celebrata nell’Antica Roma in cui venivano invertiti i ruoli sociali. Durante la celebrazione, gli schiavi diventavano uomini liberi e veniva celebrata l’uguaglianza e la fratellanza fra gli uomini. Abbiamo coralmente deciso di omaggiare questo ciclo di festività con l’obiettivo di trasmettere un messaggio di lotta per la giustizia sociale e il superamento del dominio dell’uomo sull’uomo, principi alla base della nostra azione politica".

Le finalità del movimento sono risposta a un bisogno avvertito dalla società civile reggina: "Proseguire il nostro percorso politico - continua la nota - era un atto dovuto alla città, alla luce della passata esperienza quali Giovani sulla Strada che ci ha portati alla maturazione di una nuova consapevolezza individuale e collettiva, forti del sostegno che abbiamo ricevuto da larghissima parte della società civile e dell’associazionismo. Negli ultimi mesi - si legge ancora - dalla dissoluzione dei Giovani sulla Strada, siamo stati contattati da numerose forze politiche da destra a sinistra, alla ricerca di un nostro appoggio per le future elezioni amministrative e politiche. Leviamo subito qualsiasi ambiguità: non siamo in vendita e abbiamo avuto modo di dimostrare in questi anni quali siano i nostri valori. Pertanto, non abbiamo alcun interesse a collaborare né tantomeno a prendere parte a formazioni politiche distanti anni luce dai nostri ideali e dalle nostre lotte. Continueremo a batterci per i diritti sociali e civili, per una politica ambientalista e per un’alternativa al sistema neoliberale e neoliberista che governa da decenni la nostra società, le nostre vite e i nostri rapporti".

Il manifesto di Saturna é articolato: "Lotteremo contro gli imperialismi ma soprattutto proseguiremo la nostra azione di contrasto alla massondrangheta, cancro della nostra terra nell’indifferenza e, talvolta, nella vergognosa complicità dell’attuale classe dirigente. Persevereremo nella nostra azione pacifista, convinti che l’unico rimedio alle guerre sia l’esercizio della diplomazia, mai al servizio dell’industria delle armi e degli esportatori di democrazia. Come argine alla deriva individualista, alle logiche di profitto, alle privatizzazioni e alla regressione del Welfare State determinati da questo modello fallimentare di società, riteniamo necessaria la ricerca di soluzioni all’altezza dei nostri tempi". Il Reddito di Base Universale rappresenta, secondo Saturna, una di queste, "con lo scopo di liberare l’uomo dal giogo del lavorare per sopravvivere e dalla competizione derivata dall’automazione. Le innovazioni tecnologiche, come le intelligenze artificiali e l’impiego di robot, devono essere destinate al miglioramento della qualità della vita, senza avvantaggiare quei pochi multimiliardari, rischiando di divenire il pretesto per licenziamenti di massa".

Dicono ancora i promotori: "Presidieremo il territorio, faremo sentire la nostra voce e saremo presenti in quelle piazze spesso desertificate a causa della rassegnazione collettiva. Il più pericoloso regalo che possiamo concedere ad una classe politica inadeguata, è lasciarla agire indisturbata: per questo, ripudiamo ogni invito all’indifferenza e alla rassegnazione, funzionale a chi ha il massimo interesse nel mantenere l’attuale stato delle cose, stremando la cittadinanza e generando disinteresse verso la cosa pubblica. La nostra azione politica non arretrerà di un millimetro rispetto alla rivendicazione dei nostri diritti. Rappresenteremo le voci oppresse e dimenticate, saremo protagonisti nel superamento delle ingiustizie sociali causate dall’attuale sistema neoliberista".

Saturna guarderà tanto ai giovani quanto a cittadine e cittadini di ogni età, estrazione sociale e culturale e con un occhio anche ai diritti della comunità Lgbtqia+. Con l'ispirazione di Antonio Gramsci e del suo invito alla partecipazione di tutti i reggini: “Avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo e di tutta la vostra forza. È il momento del coraggio!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il movimento culturale e politico Saturna

ReggioToday è in caricamento