Cronaca

Il "silenzio" accoglie il feretro della Santelli, aperta alla Cittadella la camera ardente

Per quanti desiderano dare l'ultimo saluto al presidente in piazza San Francesco di Paola, la camera ardente rimarrà aperta fino alle ore 13.30. Seguirà la benedizione della salma e il rientro a Cosenza

La camera ardente in Cittadella (foto Regione Calabria)

Sono le note de "Il silenzio", intonate dal maestro Alessandro Silvestro dell’Orchestra sinfonica della Provincia di Catanzaro, ad accogliere il feretro della governatrice Jole Santelli, giunto questa mattina alla camera ardente, allestita nella piazza di San Francesco di Paola della Cittadella.

L'arrivo del feretro nelle immagini della Protezione civile Calabria

Il picchetto d’onore in alta uniforme dell’Arma dei carabinieri, i gonfaloni del Consiglio regionale, delle cinque Province della Calabria e della Città metropolitana di Reggio Calabria hanno fatto da cornice alla cerimonia per l’ultimo saluto alla Santelli che, dopo la benedizione del presidente della Conferenza episcopale calabra e arcivescovo di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone, ritornerà nella sua Cosenza.

La veglia notturna e la sua immagine sulla facciata della Cittadella

Accanto al feretro, insieme ai parenti, il presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini e l’assessore regionale all’Ambiente Sergio De Caprio. A comporre il primo picchetto istituzionale, i consiglieri regionali Baldo Esposito, Filippo Pietropaolo e Pietro Raso. Il servizio d’ordine è garantito dalla Protezione civile regionale e dalla Croce rossa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "silenzio" accoglie il feretro della Santelli, aperta alla Cittadella la camera ardente

ReggioToday è in caricamento