Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Regione, i calabresi hanno "due case a Roma" che gli costano migliaia di euro ogni anno

L'Ente regionale ha i suoi uffici in Piazza di Campitelli e, a meno di due chilometri di distanza. Il Consiglio regionale occupa due interni a pochi passi da Palazzo Chigi, solo per le spese di condominio dei due immobili si sborsano oltre 6000 euro ogni dodici mesi

Le due sedi nel cuore di Roma

Volete sapere quanto costa l’ufficio romano della Regione Calabria? Quello in cui, prima che scoppiasse l’emergenza coronavirus, la governatrice Jole Santelli aveva assicurato di voler passare tre giorni alla settimana per portare più facilmente a Roma le istanze dei propri concittadini. Tanto, costa tanto! I costi sono quelle di gestione, quelli che la burocrazia chiama spese obbligatorio per l’operatività dei compiti istituzionali della delegazione di Roma: un appartamento al civico 3 di Piazza di Campitelli, nel cuore della Capitale, a pochi passi dall’altare della Patria e dai palazzi della politica.

Oltre dieci mila euro di spese vive

piazza-campitelli-2Prima di entrare nel novero delle spese vive per il mantenimento dell’ufficio di Piazza di Campitelli, possiamo subito dire che per tre mesi (da luglio a settembre dello scorso anno) dalle casse regionali sono usciti circa 600 euro per il pagamento del canone di parcheggio e per il lavaggio dell’auto di servizio. Effettuando una stima empirica, parziale e, con buona probabilità sottostimata, ogni anno per la gestione della “casa dei calabresi” a Roma vengono destinati oltre 10 mila euro. 

Più di tremila euro per i rifiuti: ma a semestre

Tanto per dire, poi, i calabresi - a loro insaputa - si sobbarcano oltre 3000 euro, per l’esattezza 3288 euro e 93 centesimi, per coprire il costo delle spese per la raccolta dei rifiuti effettuata dall’Ama, ma solo per quanto riguarda il secondo semestre dello scorso anno. A conti fatti, quindi, la “monnezza” prodotta nell’ufficio di Piazza di Campitelli ci costa oltre 6000 euro all’anno.

Per il condominio più di 1500 euro

Un’altra voce “impegnativa” è quella per la copertura dei costi di condominio. La Regione Calabria, infatti, ogni semestre sborsa per i servizi condominiali 1535 euro. Quasi 500 euro, poi, è stata la somma pagata per i consumi dell’acqua e poco meno di 400 euro per i costi del condizionamento dell’ufficio relativa ai mesi di novembre e dicembre dello scorso anno. 

Per il riscaldamento acconto da 430 euro

Il riscaldamento, invece, viene pagato in acconti del 25% e lo scorso 25 marzo è stato disposto il pagamento di 430 euro e 70 centesimi, a cui si devono aggiungere gli oltre 500 euro per la bolletta elettrica di Acea relativa al mese di gennaio 2020. Solo, poi, per fare un esempio dei costi direttamente riferibili all’attività istituzionale svolta nell’ufficio romano della Regione Calabria, vi basti sapere che per i toner delle stampanti sono stati spesi quasi 800 euro ai quali vanno sommati 175 euro di Iva. Mentre, per l’acquisto del servizio di videoconferenza Hd su cloud, per il periodo limitato di dodici mesi, sono stati investiti 2000 euro. 

A Piazza di Campitelli Giunta e Consiglio?

La delegazione di Roma, come si legge sul sito istituzionale della Regione Calabria, è “un settore virtuoso che riunisce Giunta e Consiglio regionale all’interno di un’unica struttura, garantendo maggiore concertazione e contenimento di spesa”. Unità istituzionale di governo e assemblea legislativa regionale, concertazione e contenimento della spesa. Sono questi i tre ordini di motivi alla base della scelta di mantenere in vita l’ufficio di Piazza di Campitelli 3. Però, la politica calabrese, di certo in quest’occasione, ha scelto di non rispettare il senso di queste parole. Una regione, in difficoltà nel settore sanitario davanti all’emergenza coronavirus per i tagli lineari imposti dal piano di rientro, non bada a spese, si fa beffe della spending review, pur di essere ben “rappresentata” a oltre 600 chilometri da casa.

La casa roma di Palazzo Campanella a pochi passi da Palazzo Chigi

A Roma, infatti, a poco meno di due chilometri di distanza da Piazza di Campitelli e ad un centinaio di metri dalla porta di Montecitorio e Palazzo Chigi, il Consiglio regionale della Calabria ha un’altra sede: due interni, all’angolo fra Via Di Pietra e Via dei Bergamaschi, che ospitano la delegazione del parlamento calabrese a Roma.

Due interni nel cuore di Roma, per 3500 euro di condominio

Una seconda “casa dei calabresi” nella capitale che fa lievitare le spese, questa volta a carico di Palazzo Campanella. Per la sede sita al terzo piano di Via dei Bergamaschi, all’interno 7 e 8 della scala A, per le spese di condominio relative allo scorso anno sono stati pagati 3541 euro e 70 centesimi: 1879,74 per l’interno 7 e 1661,96 per l’interno 8.

Diciannove mila euro per le pulizie e 28 per gli arredi

via dei bergamaschi-2Mentre per garantire il servizio di pulizia, per due anni, sono stati “investiti” 19 mila euro. Ma non solo. Sul finire dello scorso anno, infatti, i piani alti dell’Astronave hanno deciso di acquistare una fornitura di arredi per la sede del Consiglio regionale a Roma e, così, in Via dei Bergamaschi sono arrivati mobili e altro per quasi 28 mila euro. 

Per ristrutturazione ed efficientamento quasi 70 mila euro

Ma questo ufficio ha avuto bisogno di cure più approfondite. Così per il rifacimento dell’impianto elettrico e per quello delle persiane esterne in legno sono stati investiti oltre 25 mila euro e per i lavori di ristrutturazione quasi 45 mila. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, i calabresi hanno "due case a Roma" che gli costano migliaia di euro ogni anno

ReggioToday è in caricamento