rotate-mobile
La scelta

La Regione decide di prorogare la formazione a distanza per altri sei mesi

Il vicepresidente della giunta regionale accoglie le indicazioni pervenute dalla conferenza Stato-regioni, Giusy Princi: "Andiamo incontro agli utenti dei corsi e consentiremo un passaggio graduale alle nuove regole”

“Proroghiamo la Fad (formazione a distanza) al 100% per i prossimi 6 mesi, al fine di completare i corsi già autorizzati o attivati in fase emergenziale con le stesse modalità d’avvio. Regime ordinario, invece, per tutti i corsi che verranno attivati dall’1 aprile in avanti: quindi 50% e 50%”.

In accoglimento delle indicazioni pervenute dalla conferenza Stato-regioni, su proposta del vicepresidente Giusi Princi, la Regione Calabria chiarisce quanto concerne le modalità di erogazione dei corsi formazione teorica, a distanza ed in presenza, per le professioni/attività regolamentate, la cui giurisdizione è in capo alle Regioni.

“Dal primo aprile, grazie alla delibera di giunta numero 133 della seduta del 28 marzo, la formazione professionale potrà svolgersi in due modalità, a scelta delle agenzie: ordinaria o transitoria. In modalità transitoria sarà accettata la formazione al 100% a distanza; in modalità ordinaria il monte ore d’aula sarà suddiviso, 50% in presenza e 50% a distanza (di cui il 40% dovrà essere svolto in modalità sincrona ed il restante 10% in maniera asincrona)”.

Soltanto gli esami saranno in presenza a prescindere dalla modalità di formazione scelta. “In sostanza abbiamo previsto un periodo di transizione - spiega Giusi Princi in virtù della sua delega alla Formazione – che consentirà a quelle agenzie che erogano dei corsi già autorizzati e non ancora avviati, o attivati prima dell’entrata in vigore della nuova delibera, di beneficiare di questa opportunità. Ma solo fino al 30 agosto 2022”.

“Questo permetterà - conclude il vicepresidente della giunta regionale - di erogare la formazione con le deroghe contemplate nel periodo dell’emergenza Covid19, ovvero al 100% a distanza, per andare incontro agli utenti dei corsi e consentire un passaggio graduale alle nuove regole”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione decide di prorogare la formazione a distanza per altri sei mesi

ReggioToday è in caricamento