rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Beni culturali / S.Anna - Spirito Santo - Trabocchetto - Eremo - Condera

Restauro del quadro della Madonna della Consolazione, appaltato test scientifico sul dipinto

Nuovo step nell'intervento finanziato dall'ex ministero della cultura: una ditta specializzata realizzerà un piano d'indagine

Tra le opere approvate e già finanziate dall'ex ministero della cultura dell'era Franceschini, rimaste in eredità al nuovo governo, c'è anche il restauro del quadro della Madonna della Consolazione.

L'intervento era stato inserito della programmazione ordinaria triennale dei lavori pubblici per il periodo 2019-2021 con uno stanziamento complessivo di 50.000 euro per una serie di operazioni conservative da svolgersi nella basilica santuario dell'Eremo: indagini scientifiche, restauro completo del supporto ligneo e della superficie pittorica, teca climatizzata, studio e realizzazione di una idonea imbracatura dell'opera per la movimentazione sugli altari e sulla vara processionale.

Dopo un lungo periodo di stallo, il segretariato regionale per la Calabria del Mic ha adesso deliberato, con decreto 36 del 28 febbraio, l'iter per l'affidamento diretto alla ditta siciliana Start Test Schiavone sas, che realizzerà un piano di indagine sulla tavola pittorica che raffigura la Patrona di Reggio Calabria. 

L'appalto è assegnato tramite piattaforma Mepa allo stesso operatore economico a cui, a novembre, era stato richiesto un preventivo quantificato in 19.250,00 euro oltre iva al 22%, raggiungendo la spesa di 23.485,00 euro con l’espletamento di tutti i servizi e le forniture. Poiché il criterio di aggiudicazione è al minor prezzo, ai sensi di legge dovrà essere presentato un "ulteriore ribasso sul preventivo formulato, che non potrà essere nullo o pari a zero". 

In particolare le indagini diagnostiche che verranno eseguite in situ sull'effigie della Madonna della Consolazione con apposita strumentazione sono di monitoraggio sia della tavola pittorica e del suo stato di conservazione che degli ambienti in cui è esposta. Questi esami rappresentano una base di supporto informativo e tecnico per il restauro vero e proprio oltre a poter fornire nuovi elementi di conoscenza sulla storia del bene culturale indagato. Nel caso del venerato quadro della Madonna realizzato a metà del Cinquecento dal pittore Andrea Capriolo su commissione di Camillo Diano (come nuova copia del piccolo dipinto originale custodito nella cappelletta dei cappuccini) sono ancora tanti i dubbi storici, a partire dalle scarse notizie sullo stesso artista.

Il progetto di restauro potrebbe dunque riservare qualche sorpresa, restituendo intanto luce e bellezza alla sacra effigie, insieme al secondo intervento di manutenzione per la sontuosa vara, programmato entro l'anno in modo da preparare nel modo migliore il manufatto per le manifestazioni del Giubileo del 2025. Le due opere costituiscono ormai un unicuum non solo per la devozione popolare ma anche dal punto di vista artistico: lo dimostra lo stesso progetto finanziato dal Mic, che prevede la realizzazione di un'apposita imbracatura per lo spostamento del quadro anche durante la processione con la vara.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restauro del quadro della Madonna della Consolazione, appaltato test scientifico sul dipinto

ReggioToday è in caricamento