rotate-mobile
L'accordo

Convenzione fra Asp e Gom per non fermare l'attività chirurgica in ospedale

I vertici delle due aziende sottoscrivono un accordo per garantire la presenza di anestesisti e rianimatori presso il presidio di Polistena

L’ospedale di Polistena è a corto di anestesisti e l’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria corre ai ripari. Per supplire questa carenza, che blocca di fatto l’attività in sala operatoria, il commissario straordinario dell’Asp Gianluigi Scaffidi ha deciso di stipulare una convenzione con il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria.

“L’improvvisa riduzione della disponibilità di medici nell’unità operativa complessa di terapia intensiva - come scrive l’Asp in delibera - non è ovviabile attraverso una riorganizzazione interna a causa di impreviste contemporanee assenze per malattia”.

Questa penuria di professionisti “comporta il blocco di qualunque attività chirurgica, in particolare dell’emergenza” per l’impossibilità di garantire i turni di lavoro.

La convenzione firmata dai vertici dell’Azienda sanitaria provinciale reggina e dell’Azienda ospedaliera prevede che il personale medico specialista in anestesia e rianimazione in forza al Gom di Reggio Calabria potranno sostenere l’attività ospedaliera a Polistena, garantendo presso il presidio sanitario la continuità assistenziale chirurgica, in regime di prestazione aggiuntiva da espletarsi al di fuori dell’orario di servizio.

La convenzione stipulata da Asp e Gom di Reggio Calabria ha la validità di un mese a decorrere dal 17 febbraio scorso e fino al 17 marzo prossimo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convenzione fra Asp e Gom per non fermare l'attività chirurgica in ospedale

ReggioToday è in caricamento