rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Riduzione in schiavitù, latitante ricercata dalla procura reggina arrestata in Basilicata

La donna deve scontare la pena di 10 anni di reclusione ed aveva fatto perdere le proprie tracce dal 2015

E' finita a Matera la latitanza durata circa sei anni e mezzo di una donna straniera di 59 anni, che deve scontare la pena di 10 anni di reclusione per il reato di riduzione in schiavitù. La donna è stata scoperta e arrestata durante un controllo della Polizia stradale di Matera che durante un servizio di vigilanza sulla strada statale 7 in prossimità dell'uscita Matera Sud, ha intimato l'alt a un autocarro Mercedes Sprinter, con sette persone a bordo.

La donna era a bordo del furgone ed è stata identificata. Gli agenti hanno accertato che nei suoi confronti pendeva un provvedimento di cattura con ordine di carcerazione emesso il 16 giugno 2015 dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Reggio Calabria. Aveva fatto perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile sul territorio italiano. Dopo l'arresto è stata condotta in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riduzione in schiavitù, latitante ricercata dalla procura reggina arrestata in Basilicata

ReggioToday è in caricamento