rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Il provvedimento

Rifiuti, Brunetti ha firmato l'ordinanza: Teknoservice resta fino al 31 gennaio

Per le condizioni di eccezionale urgenza al fine di garantire la continuità del servizio essenziale fino all'ordinanza del Consiglio di Stato

Palazzo San Giorgio ha deciso di impugnare la sentenza del Tar che, accogliendo il ricorso della seconda, ha dichiarato Ecologia Oggi aggiudicataria della gara di affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti urbani.

Nell'attesa della pubblicazione dell'ordinanza del Consiglio di Stato c'è, dunque, da continuare a garantire il servizio alla città. Un servizio essenziale e proprio per questo, ecco che Paolo Brunetti ha firmato l'odinanza sindacale contigibile e urgente dove ordina a Teknoservice di "proseguire fino alla data del 31 gennaio 2022, senza soluzione di continuità, nell’erogazione dei servizi di igiene urbana, già avviati dall’11.12.2021, ovvero fino al minor/maggior termine occorrente per la pubblicazione della ordinanza cautelare del Consiglio di Stato sull’appello avverso la sentenza del TAR Calabria sez. RC n. 962/2021, secondo le modalità discendenti dall’Offerta tecnico- economica prodotta dallo stesso in fase di gara, al prezzo ribassato dell’1,59% sull’importo a base d’asta".

Una scelta che arriva, dunque, dopo aver "esaminato il contenuto della sentenza - si legge nell'ordinanza -  e valutata l’esigenza di proporre appello, tenuto conto, anche alla stregua dell’istruttoria condotta dagli uffici, che dalla lettura della medesima pronuncia emergono rilievi non condivisibili di contestazione della correttezza sia dell’operato degli stessi uffici sulla valutazione dei requisiti di moralità dell’aggiudicatario sia di quello della Commissione giudicatrice sul merito delle offerte tecniche".

"Considerato che tali rilievi inducono l’Amministrazione, a tutela dell’interesse e dell’immagine dell’Ente, a interporre gravame con istanza cautelare innanzi al Consiglio di Stato, in ragione altresì dell’apprezzamento compiuto dalla Commissione giudicatrice sulla complessiva offerta tecnica della Teknoservice, che come emerge dalla stessa sentenza possiede “alcune caratteristiche migliorative rispetto a quelle descritte nella lex specialis”, caratteristiche che per converso non si rinvengono nell’offerta di Ecologia Oggi, tanto è vero che la Commissione ha attribuito un punteggio alle due offerte tecniche con una rilevante differenza (59,480 per Teknoservice contro 46,218 per Ecologia Oggi)".

L'ordinanza ecco che evidenzia anche che "la ditta “Teknoservice Srl”, a tutt’oggi, sta garantendo regolarmente l’esecuzione delle prestazioni affidate a far data dall’11.12.2021 e che è preminente l’interesse pubblico alla garanzia della continuità e della regolare esecuzione del servizio che sarebbe compromesso in caso di possibili ripetuti passaggi di gestione nel breve termine, con conseguente pregiudizio anche del raggiungimento dei prescritti obiettivi percentuali di raccolta differenziata; e che in questa fase è imperativo garantire, senza soluzione di continuità, l’erogazione del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti, soprattutto nell’attuale momento di criticità del funzionamento del ciclo integrato dei rifiuti in ambito metropolitano". 

Ecco che è "legittima l'adozione di un provvedimento contingibile e urgente da parte del Sindaco, al fine di assicurare la tutela della salute pubblica e dell'ambiente, attraverso l’emanazione di un provvedimento limitato nel tempo e nell'ambito del territorio cittadino, che disponga in favore dell’attuale gestore, Teknoservice Srl, la prosecuzione nello svolgimento dei servizi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Brunetti ha firmato l'ordinanza: Teknoservice resta fino al 31 gennaio

ReggioToday è in caricamento