rotate-mobile
Cronaca Melito di Porto Salvo

Rifiuto di atti d'ufficio, non luogo a procedere per l'ex sindaco Meduri

Insieme al politico melitese è stato assolto anche l'ex responsabile dell'ufficio tecnico Francesco Gerace, il gup del tribunale di Reggio Calabria ha ritenuto che le accuse non sussistessero

curatola avvocato-2Non luogo a procedere perché i fatti non sussistono. Con queste motivazioni il giudice per l’udienza preliminare Antonino Foti ha assolto dalle accuse loro rivolte l’ex sindaco di Melito Porto Salvo, Giuseppe Meduri e l’ex  responsabile dell’ufficio tecnico melitese, Francesco Gerace.

Il politico ed il tecnico, rispettivamente difesi dagli avvocati Antonino Curatola (nella foto) e Anna Battaglia l’uno e dall’avvocato Teresa Gerace l’altra, erano accusai di rifiuto di atti d’ufficio, reato previsto dall’articolo 328 del codice penale.

I fatti per i quali Meduri e Gerace erano stati rinviati a giudizio a marzo dello scorso anno sono riconducibili alla denuncia di una cittadina melitese, residente nel quartiere Prunella, che lamentava problemi di malfunzionamento delle fognature della zona,  in particolare di una stazione di sollevamento, e costanti sversamenti di reflui fognari lungo la via pubblica e, soprattutto, la carenza di pronte risposte da parte dell’amministrazione comunale.

Gli avvocati Tonino Curatola, Anna Battaglia e Teresa Gerace, difensori dell'ex primo cittadino melitese Giuseppe Meduri e dell'ex responsabile dell'ufficio tecnico del comune di Melito Porto Salvo Francesco Gerace, invece, sono riusciti a dimostrare come il primo cittadino e l’ufficio tecnico, da subito, si fossero adoperati per provvedere alla riparazione e alla sostituzione delle elettropompe che, a causa del loro malfunzionamento, provocavano le perdite fognarie a Prunella.

Giuseppe-Meduri-625x350-2“Non corrisponde - scrive il giudice nel dispositivo di sentenza che ha assolto l'ex sindaco di Melito Porto Salvo, Giuseppe Meduri (nella foto) - agli accertamenti compiuti che i pubblici ufficiali siano davvero rimasti insensibili alle sollecitazioni rivolte loro per la soluzione del problema del ripristino della stazione di sollevamento in questione. La dimostrazione è offerta proprio dall’immediata richiesta di intervento alla ditta Gost con autorizzazione alla sostituzione delle pompe guaste nonché nelle determine, approvate dagli organi comunali, per le risorse finanziare cui attingere per gli interventi necessari, dando avvio all’iter amministrativo che ha condotto all’acquisto e sostituzione delle due elettropompe in questione”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuto di atti d'ufficio, non luogo a procedere per l'ex sindaco Meduri

ReggioToday è in caricamento