rotate-mobile
L'incontro / Sbarre / Via Guglielmo Marconi

Caso Rione Marconi, Minasi si impegna: "Programmare percorsi legalità"

La senatrice della Lega ha incontrato la giornalista Emilia Condarelli nella sua veste di presidente della Consulta città metropolitana e decentramento del Comune

"Massima attenzione al rione Marconi e ai suoi cittadini onesti da troppo tempo ormai in attesa di risposte concrete che pongano fine ai gravissimi disagi di un territorio per troppi aspetti disastrato". 

E’ quanto ha dichiarato la senatrice Tilde Minasi che, dopo le ultime gravi vicende avvenute nel quartiere a sud della città, ha voluto incontrare la giornalista di ReggioTV, Emilia Condarelli, anche nella sua veste di presidente della Consulta Città metropolitana e decentramento del Comune di Reggio Calabria, per discutere di eventuali iniziative da attuare. 

Minasi, dopo aver espresso forte apprezzamento per il massiccio intervento interforze realizzato nei giorni scorsi al Marconi, ha manifestato solidarietà al cittadino Crucitti che era stato malmenato proprio dopo la sua ultima apparizione in tv per denunciare il degrado del quartiere in cui risiede e "alla testata ReggioTV e alla coraggiosa giornalista Emilia Condarelli che da sempre denunciano le invivibili condizioni di quell’area". 

"Una zona nel cuore della città – ha rimarcato Minasi - che merita un’attenzione nuova e propositiva, capace di ascoltare le reali esigenze dei cittadini e programmare azioni sinergiche, insieme all’associazionismo e alla società civile, che strumenti fondamentali di partecipazione popolare, come le Consulte cittadine, rappresentano". 

"Proprio in quest’ottica – ha proseguito la senatrice reggina - ho voluto incontrare la presidente Condarelli, affinché insieme alla parte sana del territorio si inizino a programmare percorsi di riaffermazione della legalità, della vivibilità e del decoro al rione Marconi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Rione Marconi, Minasi si impegna: "Programmare percorsi legalità"

ReggioToday è in caricamento