rotate-mobile
I controlli / Rizziconi

I carabinieri chiudono un bar: era ritrovo di soggetti conosciuti alle forze dell'ordine

Il locale dovrà rimanere chiuso per 5 giorni, poiché riscontrate inottemperanze relative al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Nei giorni scorsi, a Rizziconi, i carabinieri, hanno contestato la chiusura di un esercizio commerciale per 5 giorni, poiché riscontrate inottemperanze relative al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Il provvedimento scaturisce da un’attenta attività di monitoraggio - espletata nell’ottica di garantire il rispetto di quanto sancito dall’articolo 100 del testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza che prevede la sospensione della “licenza di un esercizio che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico o per la sicurezza dei cittadini”, - che ha permesso di documentare la frequenza abituale  di avventori all’interno del locale con diversi pregiudizi di polizia.

L’attività s’inquadra nell’attenta e capillare opera di controllo e vigilanza posta in essere dai carabinieri del gruppo di Gioia Tauro che, da inizio anno, ha permesso di riscontrare diversi episodi analoghi: risale a solo qualche giorno fa, il provvedimento sospensivo eseguito a 2 bar ed una sala giochi sul territorio di Oppido Mamertina.

In tale contesto, l’attività di vigilanza dei militari dell’Arma, continuerà in ottica sempre di prevenzione e repressione, segno tangibile di vicinanza e tutela alla comunità, in considerazione che nei casi più gravi, la normativa prevede anche la revoca delle licenze commerciali quando sopraggiungono o vengono a risultare circostanze che avrebbero imposto o consentito il diniego della autorizzazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri chiudono un bar: era ritrovo di soggetti conosciuti alle forze dell'ordine

ReggioToday è in caricamento