rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Roccella Ionica

Non si fermano gli sbarchi, in 82 arrivano a Roccella: c'è anche una neonata

Difficoltose le operazioni di soccorso a causa del mare mosso e delle condizioni meteo. Erano a bordo di un motopeschereccio insieme ad altri 160 profughi. Sale a 54 il numero degli sbarchi che si sono verificati negli ultimi cinque mesi. Mamma e bimba sono stati trasferiti all'ospedale di Locri

Non si ferma l'onda migratoria sulle coste reggine. Questa mattina, intorno alle ore 6.40, la motovedetta 326 della guardia costiera ha raggiunto il porto delle Grazie di Roccella Jonica con circa 82 persone, prevalentemente famiglie, soccorse al largo della costa reggina, mentre si trovavano a bordo di un motopeschereccio insieme ad altri 160 migranti in balia del mare mosso e delle avverse condizioni meteorologiche che hanno reso difficoltose le operazioni di salvataggio.

Fra i migranti salvati, ci sono anche 41 minori fra cui un neonata, nata sul peschereccio proprio nel giorno del salvataggio. Mamma e figlioletta, di nazionalità siriana, sono state trasferite all'ospedale di Locri. Sale così a 54 il numero degli sbarchi che si sono verificati negli ultimi cinque mesi nella Locride.

A lanciare l'allarme era stata su Twitter la piattaforma Alarm Phone. Dalla Prefettura di Reggio Calabria fanno sapere che attualmente sono in corso le consuete operazioni di prima assistenza ed identificazione dei migranti: 37 uomini, 26 donne e 19 minori, prevalentemente di nazionalità siriana (70) e palestinese (8). Il resto del gruppo, 160 circa, è stato trasbordato su un pattugliatore rumeno che si è diretto alla volta di Crotone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si fermano gli sbarchi, in 82 arrivano a Roccella: c'è anche una neonata

ReggioToday è in caricamento