Giovedì, 18 Luglio 2024
I soccorsi in mare / Roccella Ionica

Naufragio di migranti al largo della costa calabrese, morta una donna e 50 dispersi

Dodici persone sono state soccorse dalla motovedetta della Guardia costiera che le ha tratte in salvo e condotte al porto delle Grazie di Roccella Jonica

Ennesima tragedia del mare. In mattinata è giunta al porto delle Grazie di Roccella Jonica la motovedetta della Guardia costiera CP305 con a bordo 12 persone, tra queste anche una donna deceduta, soccorse in mare dai militari.

Secondo le prime informazioni, una barca a vela con diversi migranti, si sarebbe ribaltato a circa 120 miglia dalla costa. Ci sono anche cinquanta dispersi. Attivate le ricerche, ma, al momento, non é stata recuperata nessuna persona, e sono in corso di accertamento le cause che avrebbero portato al ribaltamento dell'imbarcazione.

I migranti, secondo quanto riporta l'Ansa, erano partiti nei giorni scorsi da un porto della Turchia. Tra le 12 persone giunte a Roccella c'é anche una donna in stato di gravidanza. Dell'accaduto è stata informata la procura di Locri, che sta coordinando le indagini.

L'arrivo di questa mattina sul molo dell'accoglienza roccellese segue altri due sbarchi registrati nel giro di poche settimane.  All’inizio del mese di giugno, infatti, la Guardia costiera aveva compiuto due operazioni di salvataggio soccorrendo in tutto, ben 152 migranti. A fine maggio, altri 35 profughi erano stati recuperati su un barchino al largo di Capo Spartivento e poi trasportati sempre al porto di Roccella Jonica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio di migranti al largo della costa calabrese, morta una donna e 50 dispersi
ReggioToday è in caricamento