rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Roccella Ionica

Roccella, caro energia: oggi si "spegne il Castello"

Il Comune aderisce all’ iniziativa di Anci contro l'aumento dei costi delle bollette

Il Comune di Roccella aderisce alla iniziativa dei Comuni Italiani per richiamare l’attenzione del Governo sugli effetti del caro energia sui bilanci comunali. 

L’aumento dei costi della bolletta energetica è totalmente fuori portata per le finanze comunali. 

"Per rendersene conto vogliamo dare alcuni dati" - spiega in una nota il sindaco Vittorio Zito. "Nel 2019 abbiamo speso 350.000 euro per un consumo di 1.700.000 Kwh. Nel 2020 grazie ad una razionalizzazione dei consumi la spesa è scesa a 257.000 euro e i consumi a 1.400.000 Kwh. Nel 2021 i consumi sono stati sostanzialmente uguali (1.425.000 Kwh), ma la spesa è lievitata a 390.000 euro. Il costo unitario per megawatt è passato da 211 euro a gennaio a 436 euro a dicembre. Con questi numeri nel 2022, pur consumando di meno arriveremo a dover pagare 600.000 euro di bolletta energetica. 

"Il rischio concreto e reale è quindi che questa crisi si ripercuota negativamente sulla possibilità di erogare con continuità i servizi ai nostri cittadini. Per questo motivo - afferma Zito -  giovedì 10 febbraio, alle ore 20, spegneremo simbolicamente le luci di ciò che di più importante ha la nostra comunità, il simbolo stesso di Roccella: il nostro Castello". 

"Ci uniamo così alle altre comunità del nostro Paese - conclude il primo cittadino - con la speranza che questo serva a far comprendere a quali rischi si andrà incontro se non si interverrà presto con un sostegno adeguato a coprire almeno tutti gli aumenti previsti in questi mesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roccella, caro energia: oggi si "spegne il Castello"

ReggioToday è in caricamento