rotate-mobile
Cronaca Roghudi

Piantagione di marijuana scovata a Roghudi: distrutte 400 piante

La scoperta fatta dai carabinieri della compagnia di Melito di Porto Salvo e dello squadrone eliportato cacciatori "Calabria". Rinvenuti anche un essiccatoio e sette chili di droga pronta per essere venduta

Nei giorni scorsi, a Roghudi, i carabinieri della compagnia di Melito di Porto Salvo e dello squadrone eliportato cacciatori “Calabria”, nell’ambito di controlli del territorio nelle aree più impervie del Parco Nazionale dell’Aspromonte, hanno rinvenuto, a Roghudi, in Contrada Scala, una piantagione di marijuana composta da circa 400 piante, alte tra i 100 e i 130 centimetri, con relativo sistema di irrigazione.

Dopo aver esteso le ricerche anche nelle immediate adiacenze, i militari hanno scovato anche una struttura costruita artigianalmente adibita ad “essiccatoio” per la sostanza stupefacente con all’interno circa 7 chili di marijuana pronta per essere venduta nelle diverse piazze di spaccio oltre che la presenza di una fototrappola ad infrarossi installata, appositamente, dai malviventi per controllare gli accessi al sito.

Le piante, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono state distrutte dai carabinieri, previa campionatura, per i successivi accertamenti qualitativi e quantitativi mentre il rimanente materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piantagione di marijuana scovata a Roghudi: distrutte 400 piante

ReggioToday è in caricamento