Un fucile monocanna dentro l'autovettura, 37enne fermato e arrestato dai Carabinieri

Il giovane, originario di Amantea, è stato controllato a Rosarno e dentro un sacco nero i militari hanno trovato l'arma con la matricola abrasa, a casa aveva anche una pistola calibro 38 nascosta in un cesto di vimini appeso in balcone

I Carabinieri di Rosarno

I carabinieri di Gioia Tauro, coordinati dal comandante provinciale Marco Guerrini, hanno tratto in arresto un giovane, già conosciuto alle forze dell’ordine, per porto di arma clandestina. Nel corso di un servizio di controllo del territorio, un equipaggio Radiomobile, in servizio di controllo del territorio per le strade di Rosarno, ha proceduto al controllo di un’autovettura con alla guida, P.D., di 37 anni, residente ad Amantea. 

L’atteggiamento del conducente ha indotto i militari operanti a procedere ad un’accurata perquisizione del veicolo. Sospetti fondati, visto che all’interno del porta bagagli, occultato in un sacco nero, è stato rinvenuto un fucile monocanna calibro 12, con matricola abrasa. 

I militari, dopo aver messo in sicurezza il fucile, risultato poi sprovvisto di munizioni, hanno contestato al cosentino la detenzione abusiva di arma clandestina, dichiarandolo in arresto.

A quel punto, i carabinieri hanno provveduto immediatamente a contattare i colleghi della stazione di Amantea che, poco dopo, si sono recati presso l’abitazione dell’uomo, per ricercare altro armamento. In effetti i militari della località tirrenica hanno rinvenuto in una cesta di vimini, appesa ad un balcone, un calibro 38, con matricola abrasa, oltre a vari serbatoi per pistola e diverso munizionamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ulteriore detenzione di armi sarà contestata al giovane che, poco prima, di concerto con l’autorità giudiziaria, era stato associato al carcere di Palmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, l'Ue "promuove" la Calabria: unica regione in Italia a ottenere il bollino verde

  • La Calabria perde la sua governatrice, è morta Jole Santelli

  • Le mani della 'ndrangheta in Trentino, schiaffo alla cosca Serraino: i nomi degli arrestati

  • Quando la presidente della Regione Jole Santellì parlò della sua malattia: il tumore

  • Operazione “Pedigree 2”, cinque fermi contro la cosca Serraino

  • Nuovo pentito a Reggio Calabria, i suoi verbali entreranno nel processo "Ghota"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento