rotate-mobile
Cronaca Rosarno

Il sindaco di Rosarno Cutrì a fianco dei disabili del centro diurno

Il primo cittadino: "Abbiamo il dovere ma anche l’obbligo di tutelare i più deboli e garantire loro l’utilizzo di strutture che, per normativa regionale, dovevano adeguarsi ai requisiti previsti"

"Il Comune di Rosarno, capofila dell’Ambito territoriale, nel merito della vicenda che riguarda il Centro diurno per disabili Emmanuele di Palmi, si sta adoperando per la risoluzione delle problematiche connesse alle carenze di alcuni requisiti strutturali che interessano la struttura gestita dall’associazione Presenza".

È quanto dichiara il sindaco Pasquale Cutrì. "Siamo accanto ai disabili, agli operatori del Centro e a tutta la cittadinanza dell’Ambito che usufruisce della struttura socio assistenziale e, soprattutto, per questo abbiamo il dovere ma anche l’obbligo di tutelare i più deboli e garantire loro l’utilizzo di strutture che, per normativa regionale, dovevano adeguarsi ai requisiti previsti, entro il 31 dicembre 2023".

L’istanza per la concessione di un ulteriore termine, pervenuta da parte del legale rappresentante del centro diurno, per l’adeguamento e l’eliminazione delle criticità segnalate, trova, pertanto, pieno accoglimento da parte del sindaco Cutrì.

Anche grazie ai buoni uffici del sindaco di Palmi, avv. Giuseppe Ranuccio, siamo lieti di apprendere che, finalmente, ha prevalso il buonsenso, al fine di evitare la revoca dell’autorizzazione al funzionamento, e salvaguardare un presidio sociale che, come amministrazione capofila, abbiamo voluto preservare dalla chiusura, sin dall’inizio di
questa vicenda, a garanzia di un impegno assunto con tutti i disabili del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Rosarno Cutrì a fianco dei disabili del centro diurno

ReggioToday è in caricamento