Giovedì, 18 Luglio 2024
L'annuncio

Ryanair a Reggio Calabria: la seconda base, nuove rotte top e finalmente il giornaliero per Milano

Eddie Wilson ricambia il taglio dell'imposta addizionale con un investimento calabrese che potenzia soprattutto l'aeroporto dello Stretto

La notizia circolava già ieri sera, anticipata dal sito Aeroporti Calabria ma anche dal blog Sicilia in Volo. Ryanair ha mantenuto la promessa e, dopo l'eliminazione della tassa d'imbarco presa in carico dalla Regione, detto fatto da ottobre arriva il volo giornaliero per Milano Malpensa

Mentre scriviamo la notizia è ufficializzata dall'ad Eddie Wilson a Catanzaro nella conferenza stampa insieme al governatore Roberto Occhiuto e l'amministratore unico di Sacal, Mauro Franchini - durante la quale ovviamente si presentanno le novità della summer season per tutti gli scali calabresi. 

Il volo giornaliero per Milano Malpensa e gli orari ancora non ufficiali

Non è ancora possibile acquistare i voli, ma gli orari dovrebbero essere i seguenti: 

  • Lunedi: Reggio Calabria – Milano Malpensa 10:30 12:25; Milano Malpensa – Reggio Calabria 12:50 14:45 
  • Martedì: Reggio Calabria – Milano Malpensa 07:00 08:55; Milano Malpensa – Reggio Calabria 09:20 11:15 
  • Mercoledì: Reggio Calabria – Milano Malpensa 08:30 10:25; Milano Malpensa – Reggio Calabria 10:50 12:45 
  • Giovedì: Reggio Calabria – Milano Malpensa 06:10 08:05; Milano Malpensa – Reggio Calabria 08:30 10:25
  • Venerdì: Reggio Calabria – Milano Malpensa 16:55 18:50; Milano Malpensa – Reggio Calabria 19:15 21:10
  • Sabato: Reggio Calabria – Milano Malpensa 10:35 12:30; Milano Malpensa – Reggio Calabria 12:55 14:55
  • Domenica: Reggio Calabria – Milano Malpensa 14:00 15:55; Milano Malpensa – Reggio Calabria 16:20 18:15 

Nuove rotte invernali con le capitali europee e il secondo aereo basato

Se questo schema fosse confermato con la messa in vendita ufficiale dei biglietti, si tratterà di collegamenti giornalieri incluso il fine settimana ma con orari diversi. Una scelta che potrebbe essere motivata dall'esigenza di incastrare tutte le rotte con l'unico aereo della base di Reggio Calabria ma l'intenzione della compagnia irlandese è di fare ora il bis con un secondo mezzo basato. Ad oggi il Boeing 737 è soltanto uno e opera rotte che dopo il rinforzo della stagione invernale saranno, tra voli domestici e internazionali ben 14, ovvero quelle attuali meno il Manchester non più presente nelle prenotazioni da ottobre, e con l'aggiunta delle nuove 7.

A Catanzaro però Eddie Wilson ha confermato che nell'aeroporto dello Stretto arriverà un altro velivolo. L'ad si è anche concesso un moto d'orgoglio un po' sbruffonesco: "Prima di noi in questo aeroporto non c'era traffico". Triste ma vero, dobbiamo dargli ragione essendo arrivato nel momento in cui il Tito Minniti era davvero agonizzante. Tanti anche stavolta i cinguettii tra Wilson e Occhiuto con grandi festeggiamenti con il taglio dell'addizionale, con il simbolico strappo di un cartellone di addio all'odiata imposta.

Con Ryanair da fine ottobre a marzo 2025 Reggio Calabria avrà voli anche da e per Londra (Stansted), Parigi (Beauvais), Francoforte (Hahn), Bruxelles (Charleroi) e la città polacca di Katowice; si tratta di collegamenti bisettimanali tranne per l'ultimo, con i seguenti presunti orari: 

  • Londra domenica e mercoledì
  • Parigi martedì e sabato
  • Francoforte domenica e martedì
  • Bruxelles lunedì e giovedì 
  • Katowice sabato.

A sorpresa è smentito il collegamento con la "patria" Dublino di Wilson e O'Leary, di cui si era parlato con certezza ma non appare nella mappa presentata da Ryanair in conferenza stampa. L'ad ha però anticipato che un ulteriori volo internazionale sarà attivato nella summer season 2025 (cioè dopo il prossimo marzo).

Per quanto riguarda invece il mercato italiano, si confermano le attuali rotte e il già noto potenziamento di Torino e Venezia, con l'aggiunto dell'attesissimo Milano Malpensa e un ulteriore volo per Pisa con frequenza trisettimanale: lunedì Reggio Calabria – Pisa 06:20 08:00; Pisa – Reggio Calabria 08:25 10:05. Giovedì Reggio Calabria – Pisa 17:35 19:15; Pisa – Reggio Calabria 19:40 21:20. Sabato Reggio Calabria – Pisa 10:15 11:55; Pisa – Reggio Calabria 12:20 14:00.

Le potenzialità delle nuove rotte per i pendolari e il target dei turisti 

L'investimento del colosso low cost sullo scalo dello Stretto è significativo e appare lungimirante. Il Tito Minniti in pochi mesi ha dimostrato di poter fare ottimi numeri e ha le potenzialità per crescere ancora, come dimostrano i dati mensili che gli attestano il migliore trend nazionale. E se qualcuno aveva manifestato perplessità su alcune delle destinazioni con cui Ryanair aveva esordito a Reggio, in questa seconda fase le premesse sono ottime.

La "conquista" di Milano si commenta da sola ed è chiaro che porterà coefficienti di riempimento da sold out, ma sono molto appetibili anche le capitali europee che finalmente tornano ad essere raggiungibili dalla città dello Stretto. Pensiamo al periodo natalizio e dei ponti festivi ma anche alle gite scolastiche di primavera che storicamente costringono i nostri studenti ad autentici viaggi della speranza per visitare luoghi di interesse culturale tra cui ampiamente rientrano Parigi, Londra o Bruxelles, sede del parlamento europeo. Senza dire dei tanti giovani che puntano a queste capitali per lavoro o che già hanno un impiego o studiano lì.

Un ragionamento valido anche per l'utenza messinese, che sui social sta già salutando con soddisfazione questi nuovi voli reggini vista la più agevole posizione del Tito Minniti rispetto al Fontanarossa di Catania. 

Anche capovolgendo lo scenario dalla prospettiva dei turisti, i collegamenti con le grandi capitali europee saranno un'opportunità preziosa per portare nella provincia di Reggio visitatori inglesi e francesi (molto più che con Manchester e Marsiglia) facendo approdare in un punto di massima centralità anche per raggiungere le altre località d'interesse in Calabria.

E' forse meno comprensibile il Francoforte, essendoci già una destinazione tedesca top, Berlino (insieme alla superstar Barcellona è quella che sta andando meglio), ma non siamo certi che nei prossimi giorni qualche rotta estiva possa essere sostituita - ad esempio Tirana, circondata dal gossip di una cancellazione (ma attualmente non risulta). Di ufficiale c'è che una nuova rotta per Tirana è stata prevista per Lamezia, e questo rafforza l'ipotesi che sia tolta a Reggio.

Wilson, come è giusto che sia, non dimentica l'obiettivo commerciale e dallo scalo dello Stretto vuole di più. "Le prenotazioni vanno bene - ha dichiarato oggi - anche se non siamo esattamente dove vogliamo e pensiamo che si migliorerà”. Insomma, Ryanair non fa beneficenza e nel lungo periodo (finiti i soldi della Regione) a difendere la presenza della low cost dovranno essere i nostri passeggeri. 

La conquista del Milano Malpensa tra Ita e i mugugni di Lamezia

Tornando ai voli domestici e al tanto desiderato Milano, l'entrata a gamba tesa di Ryanair potrebbe influire anche sui prezzi di Ita Airways, notoriamente onerosi per i tanti pendolari che finora non avevano scelta per raggiungere il capoluogo lombardo. C'è pure da dire che non abbiamo ancora visto i prezzi dei biglietti Ryanair per Malpensa (oltre che per le nuove rotte), e sappiamo bene che dalle offerte last minute alla realtà le tariffe non sono sempre economiche.

Un altro scenario possibile è però un addio della compagnia di bandiera, che dopo il matrimonio con Lufthansa dovrà operare alcuni tagli per non monopolizzare il mercato. Gli ultimi piani di ridimensionamento (riferiti a febbraio, quindi mesi prima del sì di Bruxelles all'accordo) per quello che interessa ai viaggiatori calabresi parlavano però di una riduzione a Lamezia (rotta Linate).

E a proposito dell'aeroporto internazionale Suf, si sente qualche mugugno per i progetti di Ryanair a Reggio, considerando anche che i principali nuovi voli esteri attivati per il Tito Minniti sono già presenti a Lamezia. E' una possibilità che il contratto con Sacal prevede con un'opportuna programmazione che non disturbi i collegamenti esistenti, ma il combinato disposto con i dati di traffico dei due scali genera inevitabili malumori. Di fatto Ryanair, pur "ricompensando" l'intera regione per il regalo del risparmio dell'addizionale, ha premiato Reggio Calabria più degli altri scali con le 7 rotte, mentre a Lamezia Terme e Crotone l'aumento è stato di due collegamenti ciascuno.

Va però anche sottolineato che da quanto si è appreso informalmente (ma era intuibile), il gestore aeroportuale pensa a uno sviluppo dello scalo reggino in una dimensione low cost, e anche Roberto Occhiuto ha fatto capire che presto potrebbe arrivare una seconda compagnia a basso costo. E' chiaro che sarebbe una bella notizia, ma non altrettanto lo è il "baratto" con una perdita del nuovo big Ita-Lufthansa.

Reggio Calabria si scrolla di dosso le gelosie e ora guarda a un rilancio che non può essere monco dell'altro fondamentale intervento per la ristrutturazione e l'ampliamento dello scalo. I problemi tra Sacal e il consorzio appaltatore confluiranno quasi certamente con la risoluzione del contratto e serve sbloccare con urgenza la situazione e far partire il primo cantiere da 12 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ryanair a Reggio Calabria: la seconda base, nuove rotte top e finalmente il giornaliero per Milano
ReggioToday è in caricamento