rotate-mobile
La low cost nell'aeroporto dello Stretto

Ryanair a Reggio Calabria, le tre rotte nazionali danno il via alla stagione

Oggi inizia l'attività della base della compagnia irlandese nell'aeroporto Tito Minniti

Ryanair, ci siamo. Domani sarà inaugurato l'operativo della compagnia irlandese nella nuova base di Reggio Calabria per la summer season. Otto le rotte attivate dalla low cost per l'aeroporto Tito Minniti: il 25 aprile debutteranno i soli collegamenti nazionali (Torino, Bologna e Venezia), mentre le quattro destinazioni internazionali sono in programma dalla data di venerdì 26. 

Sono proprio i voli nazionali ad aver attratto maggiormente l'utenza per il periodo di lancio che prevede offerte con tariffe molto economiche, ma i primi dati di prenotazioni e acquisti restano comunque lontani dal sold out auspicato. Il coefficiente di riempimento del Boeing 737 della base (arrivato oggi a Reggio Calabria da Bergamo Oro al Serio) non è altissimo nonostante la promozione da parte dei tre scali italiani, ciascuno dei quali in queste settimane ha esaltato le destinazioni calabresi e la novità Reggio Calabria proponendole ai propri target. 

Debutto per le rotte nazionali, dal 26 i voli esteri: previsioni e scenari

Sul fronte internazionale, il ponte festivo ha reso molto appetibile la meta spagnola e quello con Barcellona risulta il volo più richiesto, seguito da Berlino, mentre non sono esaltanti i risultati di Manchester e Marsiglia, sebbene l'evocativa città francese sia stata in questi giorni sede di una iniziativa della Camera di commercio di Reggio Calabria. Quasi non pervenuta Tirana, che però promette bene perché il recap delle località turistiche albanesi è già iniziato per bissare la tendenza della scorsa estate diventata virale nel nostro paese. 

Adesso per il Tito Minniti è il momento della verità, il banco di prova cruciale per convincere Ryanair a investire sullo scalo reggino e radicarsi oltre l'accordo con la Regione e Sacal che sancisce un impegno quinquennale ma il 'paletto' di realizzare l’operativo previsto per l’85% della programmazione. In caso contrario i contributi regionali saranno decurtati, ma per evitare questo danno la compagnia potrà apportare correttivi di rotte cercando soluzioni più proficue.

Il futuro dipende dunque da come partirà l'operazione Ryanair nell'aeroporto dello Stretto e sapremo subito se sono fondati i dubbi espressi da varie parti sull'attrattività di alcune destinazioni estere. E' bene ricordare, però, che si tratta di rotte per la stagione estiva, e nel prossimo operativo la strategia potrebbe essere diversa, confermando ma anche cambiando l'attuale proposta. L'auspicio è che la low cost aumenti la sua presenza a Reggio ma dobbiamo essere preparati pure a uno scenario opposto.

La denuncia di Orsa per i lavoratori stagionali e il rischio dello sciopero

Alla vigilia dell'esordio di Ryanair al Tito Minniti si profila qualche grattacapo sindacale con le rivendicazioni di Orsa trasporto aereo, che ha denunciato la situazione dei lavoratori stagionali negli scali calabresi, pochi e precari. Le esigenze legate all'espansione di Ryanair e il conseguente aumento dei voli richiederà maggiore lavoro, e secondo il sindacato autonomo il personale di Reggio è insufficiente non solo numericamente ma perché è in gran parte con contratto part-time.

Questo potrebbe comportare disservizi nella gestione di imbarchi e sbarchi. Le nuove assunzioni usciranno dal recente avviso pubblico di Sacal, che Orsa considera discriminatorio   perché rivolto al solo scalo di Lamezia. Dalla segreteria nazionale la questione è stata sollevata rivolgendosi all'assessora regionale Emma Staine, a cui si chiede di intervenire per sospendere con effetto immediato e rimodulare il bando 2024.

 L'avviso, si afferma da Orsa, "presenta alcuni criteri di selezione contestabili ed illegittimi, che lasciano ingiustamente esclusi dalla graduatoria tanti lavoratori che negli anni hanno maturato esperienza, conoscenza e preparazione". All'orizzonte si profila l'eventualità di uno sciopero di 8 ore, che per la compagnia di mr. O'Leary rappresenterebbe una fastidiosa seccatura nel suo idillio con la Calabria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ryanair a Reggio Calabria, le tre rotte nazionali danno il via alla stagione

ReggioToday è in caricamento