rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La manifestazione

Salone del libro di Torino, partecipazione record per la Calabria

I numeri degli editori partecipanti e gli eventi in programma nella kermesse letteraria che si svolgerà dal 9 al 13 maggio

Saranno 41 le case editrici calabresi rappresentate nello stand della Regione Calabria alla XXXVI edizione del Salone internazionale del Libro, in programma a Torino dal 9 al 13 maggio. Un numero lusinghiero a cui si aggiungono i 20 autori calabresi che hanno fatto richiesta di partecipazione come singoli.

La presenza della Calabria nell’edizione 2024 sembra destinata a superare l'esito già positivo delle scorse edizioni, superando il 2023, quando gli editori coinvolti erano stati 32.

In programma c'è adesso un fittissimo calendario di incontri che vedrà susseguirsi, nelle cinque giornate della kermesse, 85 incontri con la presenza di oltre 220 autori, editori, giornalisti, rappresentanti istituzionali, nell’area espositiva della Regione Calabria, U138 - V137 Padiglione Oval, del Lingotto Fiere.

Il presidente Roberto Occhiuto e la vicepresidente con delega, Giusi Princi, dichiarano: “Sarà un viaggio nel cuore della Calabria: una emozionante sinfonia di poesia, storia e arte. Vi aspettiamo numerosi in uno stand moderno ed accogliente, per diffondere nel mondo la vitalità, le luci e i colori della nostra Calabria”. Un invito a esplorare questa regione usando le parole di un grande scrittore, Saverio Strati, che affermò: “…Si potrebbe fare di questa terra il paradiso”.

“Lo slogan - dichiara la vicepresidente Princi  - riprende una suggestione e una speranza di Saverio Strati nel centenario della sua nascita; il grande scrittore calabrese sarà ricordato al Salone con una serie di incontri e di approfondimenti tematici con il contributo di autorità e di studiosi e letterati come Goffredo Fofi, Gioacchino Criaco, Giancarlo Cauteruccio, Giuseppe Polimeni, Luigi Franco, Benedetta Borrata, Mario Musolino, Elisa Chiriano, Luigi Tassoni”. Nell’ambito delle giornate sarà anche ricordato il poeta lametino Franco Costabile, nel centenario della nascita.

Agli incontri parteciperanno i sindaci di Acri, Gioiosa Jonica, Lamezia Terme, Melicuccà, Paola, Rovito, Sant’Agata del Bianco, Taurianova e Vibo Valentia.Tanti anche gli Istituti Culturali e le Fondazioni calabresi: la Fondazione universitaria Solano dell’Unical, la Fondazione Trame, la Fondazione Padula, l’Accademia dei Caccuriani, il Gal Terre Locridee, la Cineteca della Calabria, i Sistemi Bibliotecari Territoriali di Bovalino, Lamezia Terme, San Giovanni in Fiore e Vibo Valentia, la Fita (Federazione Italiana Teatro Amatori) e l’Associazione Maschera e Volto.

Come già lo scorso anno l’Associazione Via Verdi 11 – Educational Web Tv - di Locri curerà la partecipazione di gruppi di studenti calabresi e piemontesi che sperimenteranno le tecniche di ripresa e trasmissione Tv degli incontri in programma, guidati da professionisti del settore e insegnanti.

Numerosi gli autori ospiti: il professor Piergiorgio Odifreddi, gli scrittori Carmine Abate, Angela Bubba, Mario Caligiuri, Gioacchino Criaco, Domenico Dara, Mario Fortunato, Mimmo Gangemi, Raffaele Gaetano, Mauro Francesco Minervino, Tonino Perna, Vito Teti, Giordano Bruno Guerri e Olimpio Talarico. Diverse scuole calabresi saranno presenti al Salone: l’I.C. Ardito di Lamezia Terme, il Liceo Mazzini di Locri, il Liceo Galilei di Paola, il Liceo Morelli di Vibo Valentia. Molte altre seguiranno gli incontri on line attraverso la piattaforma che sarà messa a disposizione dalla Regione, in collaborazione con l’Ufficio scolastico della Calabria.

Nella mattinata di sabato 11 maggio si darà spazio a “Taurianova Capitale del Libro 2024” e saranno presentate le attività previste durante l’anno in città e nella regione. A seguire il giovane calabrese Gabriele Vagnato, da Viva Rai 2 con Fiorello, al Salone del Libro nello stand della sua Calabria, si confronterà con gli studenti calabresi presenti.

Il ricco programma, su indirizzo della vic presidente Princi, è stato curato dal dipartimento istruzione, formazione e pari opportunità, dirigente generale Maria Francesca Gatto; settore cultura, attività culturali, biblioteche, musei, teatri, alta formazione artistica musicale, dirigente Ersilia Amatruda; bookshop libreria Calabria a cura del Sistema Bibliotecario Lametino.

“Anche in questa edizione – evidenzia infine la vicepresidente -, il ricco e partecipato programma, ci darà l’occasione di narrare al paese una Calabria diversa che dà valore al suo patrimonio artistico, culturale e storico che deve essere sempre più esportato e valorizzato. Al Salone di Torino vogliamo fare vedere al mondo una Calabria che crede nella cultura come volano di sviluppo e come presupposto per la formazione della nuove generazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone del libro di Torino, partecipazione record per la Calabria

ReggioToday è in caricamento