rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
La premiazione

San Giovanello, il quartiere omaggia Ilario De Marco

Consegnata una targa al restauratore, illustre abitante del "rione minimo"

"C'è una storia, di quelle belle dal sapore antico ma che si proietta verso il futuro", racconta Pino De Felice presidente del Comitato di San Giovanello Eremo. "Una storia che nasce da un quartiere di Reggio Calabria che “non esiste più” ed è “il rione minimo di San Giovannello” abitato da una generazione proveniente dalla guerra, che ha cercato di costruire un futuro dignitoso. In quelle umili, case basse, si viveva quotidianamente con grandi sacrifici ma con alto senso di responsabilità e solidarietà e che hanno dato i natali a un uomo di grande spessore, che con le sue doti prima umane e poi artistiche, ha dato lustro a un’intera città”, racconta ancora Pino De Felice. 

Parla di Ilario De Marco, restauratore, che recentemente ha avuto un importante premio dalle istituzioni locali e che proprio il Comitato ha voluto premiare, nei giorni scorsi, con un momento di festa ed una targa.

“L’intento che questo comitato vuole raggiungere è quello di invitare alla riappropriazione e divulgazione dei valori che appartennero ad una “Reggio belle e gentile”, proprio adesso che la città attraversa un momento di degrado e che stenta a risollevarsi. I valori e il senso di comunità e di appartenenza del nostro caro concittadino, ci spingono a riprendere e proseguire un cammino, nel ricordo proiettato verso un futuro migliore. Siamo fermamente convinti, che questi vissuti non debbano essere cancellati, ma essere da esempio per le classi dirigenti e non solo, per ricostruire le fondamenta positive della nostra città”, conclude De Felice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanello, il quartiere omaggia Ilario De Marco

ReggioToday è in caricamento