Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Gioia Tauro

Una piantagione di cannabis rinvenuta nella "Prateria"

I controlli dei carabinieri hanno portato al sequestro di 130 piante di cannabis occultate in un'area boschiva scoscesa di San Pietro di Caridà

La compagnia di Gioia Tauro

A San Pietro di Caridà, nei giorni scorsi, i carabinieri della compagnia di Gioia Tauro, dello squadrone eliportato cacciatori “Calabria” e dell’ottavo nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno rinvenuto, in località Prateria, contrada Melocutugno, una piantagione composta da circa 130 piante di marijuana, verosimilmente del tipo cannabis indica, dell’altezza media di venti centimetri, in pieno stato vegetativo.

Nello specifico, la piantagione, è stata rinvenuta in area boschiva scoscesa, impervia e difficile da raggiungere la cui irrigazione avveniva attraverso tubi in plastica occultati nel terreno, efficienti e perfettamente funzionanti a dimostrazione che il sito fosse stato utilizzato di recente.

La coltivazione in questione, è stata distrutta sul posto mentre la rimanente parte preventivamente  prelevata per la campionatura è stata sequestrata a carico di ignoti per essere successivamente trasmessa al Ris di Messina ai fini delle analisi tossicologiche del caso.

L’operazione di polizia, si inquadra nella continua attività di prevenzione e contrasto alla coltivazione illecita di piantagioni messa in atto dai carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro: sono più di 6000 le piante di canapa indica rinvenute e distrutte da inizio estate, nel complesso, nel comprensorio di Gioia Tauro, Palmi e Taurianova, e 3 i soggetti arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una piantagione di cannabis rinvenuta nella "Prateria"

ReggioToday è in caricamento