menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità in Calabria, fumata nera dal Cdm sulla nomina del commissario: slitta la nomina

Nulla di fatto dal Consiglio dei ministri che si è concluso dopo la mezzanotte. Sfumano i nomi del direttore dell'Asl Roma 6, Narciso Mostarda, e dell'ex prefetto di Firenze e Reggio Calabria, Luigi Varratta

Fumata nera per la la nomina del commissario per il piano di rientro della sanità in Calabria. Sul tavolo del consiglio dei ministri che si è concluso dopo la mezzanotte si sono fronteggiati i nomi di Narciso Mostarda e di Luigi Varratta. Ma alla fine le divergenze tra i partiti hanno fatto slittare la decisione. 

Cinquantotto anni, direttore generale della Asl 6 di Roma, medico specializzato in neuropsichiatria infantile, Mostarda è il nome proposto al consiglio dei ministri dal Pd. Il medico ha ricoperto anche il ruolo di assessore al Comune di Frosinone per il partito di Nicola Zingaretti.

Su di lui si sono concentrate fin da subito le preferenze dell'esecutivo, contrastate però dal Movimento 5 Stelle che gli ha opposto il profilo di Luigi Varatta, già prefetto a Crotone e a Reggio Calabria, con esperienza di subcommissario alla sanità a Bari. Preso atto dello stallo tra i partiti della maggioranza, la decisione spetterà ora al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che potrebbe anche orientarsi su un altro nome.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento