Caos sanità, Davi: "Zuccatelli? Con elezioni alle porte, scelta di Speranza inevitabile"

Per l'ex candidato a sindaco di Reggio Calabria: "Imporre un commissario che non ha alcun radicamento territoriale si tradurrebbe in un atto violentemente di casta"

"Con le elezioni regionali alle porte la scelta di sbarrare la strada a Zuccatelli, ma alla fine, credo almeno di aver capito, anche a Gino Strada era inevitabile".

E' quanto dichiara Klaus Davi che aggiunge: "L’avevo prefigurata proprio questa mattina da Andrea Pancani su La 7 e così è stato. Mi meraviglio che due partiti come Leu e il Pd abbiano impiegato così tanto a capire che calpestando le sensibilità locali con una logica coloniale,  salottiera e radical chic non si va lontano.

Ma, attenzione, dire no a Strada e Zuccatelli non vuole dire che i calabresi non siano accoglienti e disponibili. Ma imporre un commissario che non ha alcun radicamento territoriale si tradurrebbe in un atto violentemente di casta; un modo per dire: "Cari calabresi la sinistra vi disprezza perché siete tutti mafiosi e noi siamo migliori di voi e vi diciamo cosa dovete fare".

Dopo 10 anni di commissariamenti fallimentari gestiti da Monti, Renzi e Conte stesso non proprio un bel messaggi". "E il centrodestra - conclude Davi - avrebbe potuto sguazzarci in campagna elettorale potendo contare su una narrazione suicida".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

  • Uomo si barrica in casa, i Carabinieri lo stanano e lo portano in ospedale

  • Il Coronavirus fa altre vittime in città, morti quattro pazienti ricoverati al Gom

Torna su
ReggioToday è in caricamento