menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Cannizzaro

Francesco Cannizzaro

Sanità, Cannizzaro saluta la nomina di Gaudio: "Una piccola vittoria per i calabresi"

Il deputato reggino di Forza Italia, però, rinvia alla fine del commissariamento del settore sanitario la vera e propria festa per la regione, da tempo Forza Italia chiedeva al Governo di restituire "la sanità ai calabresi"

Gaudio Strada-2Per Francesco Cannizzaro, parlamentare reggino di Forza Italia, la nomina di Eugenio Gaudio, che dovrebbe essere affiancato da Gino Strada (i due insieme nella foto) alla guida della struttura commissariale per il piano di rientro del deficit sanitario “E’ una piccola vittoria”. Ma il deputato reggino rinvia ad altri tempi, o meglio alla fine della stagione commissariale, il momento della festa.

“Abbiamo - dice Cannizzaro - in tutti i modi spronato il ministro alla Salute e tutto il Consiglio dei ministri a fare di meglio e, ritengo, questa volta abbiamo ottenuto ciò che chiedevamo: un calabrese alla guida della sanità calabrese. Era ora che il responsabile del diritto più importante, quello alla salute, fosse proprio un nostro conterraneo e persona molto esperta del settore.”

“Quale profilo migliore, infatti, se non proprio quello di Eugenio Gaudio, calabrese, medico, già rettore della Sapienza - prosegue - e da mesi consigliere del ministro dell'Università e della ricerca per la formazione nell'area sanitaria e per i rapporti con il Servizio sanitario nazionale; membro di diverse organizzazioni mondiali e autore di decine di testi per gli studenti di medicina, oltre che medaglia d’oro al merito proprio per i risultati conseguiti in medicina”.

Per Cannizzaro: “I riconoscimenti nazionali ed internazionali parlano per il nuovo Commissario alla Sanità, ma ciò non deve far perdere di vista il Nostro vero obiettivo: uscire dal commissariamento, portare la Calabria ai Lea richiesti, implementare le risorse umane ed infrastrutturali, e quindi darle la possibilità di camminare con le proprie gambe”.

“Siamo felici - conclude - che la nomina di Eugenio Gaudio non sia una scelta partitica, bensì bipartisan, che possa segnare soltanto l’inizio della conclusione del commissariamento, ridando dignità ad un settore martoriato e ad oggi privo di certezze. La Calabria ai calabresi. Da parte nostra continueremo, come fatto finora, a tenere alta l’attenzione, a dar voce al Territorio e ci porremo sempre come baluardo dei cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento