rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca Sant'Alessio in Aspromonte

Sant’Alessio in Aspromonte, la nuova biblioteca è una splendida realtà

Soddisfatto il sindaco Stefano Calabrò. "Questo progetto di cui andiamo fieri e orgogliosi, ci permette di dare piena attuazione al concetto di universalità della cultura"

L’esito del sopralluogo della commissione regionale di valutazione ha certificato il brillante lavoro svolto dal Comune, con la regia del sindaco Stefano Calabrò. La nuova biblioteca comunale è stata promossa col massimo dei voti e adesso è pienamente fruibile da chiunque voglia attingere ai suoi ammiccanti contenuti.

L’importanza del servizio si coglie nelle opportunità di accesso garantite a tutti. Tra i testi esposti ci sono, infatti, pure libri in Braille, audiolibri, libri tattili. C’è un telescopio, la lavagna multimediale e altre apparecchiature tecnologiche, un intero settore vestito di modernità ideale per le ricerche e gli approfondimenti di giovani e studenti.

La grande scommessa dell’Amministrazione comunale di Sant’Alessio in Aspromonte con Acli, (acronimo di Alberi, Carta, Libri) può essere considerata vinta: da oggi in poi il paese può contare su un servizio di grande valenza che arricchisce sensibilmente il patrimonio culturale pubblico.

Intercettati attraverso il Por Calabria 2014-2020 Fesr-Fse "Il futuro è un lavoro quotidiano", i fondi per la realizzazione del progetto in questione hanno favorito anche la realizzazione di una serie di laboratori per il coinvolgimento della cittadinanza, delle scuole e delle associazioni del territorio, chiamate a essere protagoniste di una sfida che profuma di nuovo, con una rete di partner che, nella fase iniziale, ha affiancato l’ente curando gli aspetti formativi, laboratoriali e pratici.

L’obiettivo generale del progetto era esattamente “mettere a disposizione della comunità locale, dei giovani in particolare e dei visitatori, un punto culturale strutturato, accogliente, fruibile e dotato di tutte le comode modernità necessarie a far vivere l’esperienza di una ricerca, di un momento di lettura o di qualsiasi altro approfondimento, in modo appagante".

Soddisfatto il sindaco Stefano Calabrò. "La cultura è sempre stata tenuta in primo piano dall’Amministrazione comunale. Questo progetto di cui andiamo fieri e orgogliosi, ci permette di dare piena attuazione al concetto di universalità della cultura, consentendo a tutti di poter godere dei suoi contenuti.

Negli scaffali sono stati riposti libri che possono essere letti da bambini, giovani o adulti dai bisogni speciali. Questo è un aspetto che mi commuove e, allo stesso tempo, mi gratifica del lavoro portato avanti in questi anni di amministrazione. È chiaro che la dotazione libraria iniziale sarà ulteriormente arricchita nel momento in cui si
prenderà atto che la domanda aumenterà, segno di accessi numerosi alla sede della biblioteca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant’Alessio in Aspromonte, la nuova biblioteca è una splendida realtà

ReggioToday è in caricamento