Giovedì, 18 Luglio 2024
L'impresa / Villa San Giovanni

Jaan Roose attraversa lo Stretto, 3,6 chilometri per entrare nella storia

Ieri le prove generali, in serata la comunicazione ufficiale. L’ atleta estone della Red Bull passeggerà a 200 metri sopra i livello del mare, su una fettuccia di 1,9 cm passando dalla Calabria alla Sicilia. La diretta su Mediaset canale 20 HD

Ci siamo, Jaan Roose ci prova. Oggi è il giorno x, il giorno che potrebbe far passare alla storia l’atleta della Red Bull che tenterà di percorrere i 3.6 chilometri che dividono la Calabria dalla Sicilia su una fettuccia larga appena 1,9 centimetri di larghezza, sospesa a 200 metri sul livello del mare. 

Ieri le prove nel primo pomeriggio. Una breve passeggiata per controllare: vento,  caldo, tensione del cavo, sensazioni. Tutto calcolato in ogni minimo dettaglio.

Il tempo stimato per attraversare lo Stretto partendo dal versante calabrese, pilone di Santa Trada (Villa San Giovanni), per arrivare dall’altra parte dello stretto a Torre Faro (Messina) è di circa 3 ore; ore durante le quali il tre volte campione del mondo dovrà affrontare un dislivello di circa 130 metri fra l’altezza di partenza e quella che troverà nella parte centrale.

Qui, Jaan dovrà fare anche i conti con i repentini cambi del meteo che, in questi giorni hanno messo a dura prova l’atleta estone. Noto per essere particolarmente ventoso, lo Stretto potrebbe riservare non poche sorprese.  Se l’impresa dovesse riuscire, Roose stabilirebbe il nuovo record mondiale di slackline, migliorando il precedente primato di quasi un chilometro.

Jaan Roose, per riuscire nell’impresa deve attraversare lo Stretto, senza cadere, gli sono concessi solo tre tentativi. Può cioè piegarsi, sedersi sulla fettuccia per riprendere l’equilibrio ma non deve staccarsi completamente. Si prepara per questo giorno da un anno, sia dal punto di vista fisco, camminando per lunghe distanze, si a dal punto divista mentale, come ha dichiarato lo stesso Roose, focalizzandosi sulla capacità di restare concentrato per 3-4 ore senza distrazioni.

La diretta su Mediaset 20HD: le immagini

Ore 11. 43 – Jaan Roose ce l’ha fatta. È arrivato in Sicilia dalla Calabria passeggiando su una corda. È il primo uomo ad aver compiuto l’incredibile impresa ma non ottiene il guinnes world record.

Ore 11.40 - A meno di 200 metri, arriva la caduta. Roose cade, ormai stanco. Ma si rialza. Si rimette in piedi, si reidrata e riparte. Purtroppo perde il world record. Avrebbe dovuto concludere l'ultima connessione - il collegamento tra le fettucce - senza cadere.

Ore 11.28 – Mancano ormai pochi metri e il folle venuto dai boschi dell’Estonia, potrà dire di aver realizzato l’impossibile. Attraversare lo Stretto di Messina, passeggiando sulle nuvole. Sono i metri più difficili. Dopo quasi tre ore di camminata su una corda di poco più di un centimetro, con il sole a picco sul mare, Roose sta affrontando la parte più dura. Un percorso in salita, quasi una scalata. La fatica sembra non scalfire questo giovane "folle" che non si è posto limiti ed ha vinto.

Ore 11.13 - Siamo alle due ore e 30 di passeggiata aerea. Il mercoledì da leone per il 32enne estone, prosegue senza intoppi sospeso a più di 200 metri sul livello del mare. Superati i tre chilometri dal traguardo. Vicino alla costa siciliana, Roose adesso si appresta ad affrontare la parte più difficile del percorso. Con un dislivello di quasi 100 metri più basso rispetto agli ancoraggi fissati al pilone di Torre Farro, con un angolo di 5 gradi, Roose dovrà percorrere gli ultimi metri tutti in salita.

Il primo uomo a passeggio sullo Stretto, le foto dell'impresa epica di Jaan Roose

Ore 11.00 - World record battuto. Il nome dell’atleta della Red Bull è già nella storia. Superati i 2710 metri di passeggiata su una slackline.

Dopo due ore, con la temperatura salita notevolmente, Jaan Roose, non sembra accusare fatica. Almeno apparentemente. Manca poco più di un chilometro, e sarà visibile anche dalla costa messinese.

Ore 10.30 Sono passate quasi due ore dall’inizio della traversata.Oltrepassati i 2 chilometri Jaan si sta avvicinando alla costa siciliana e al superamento del world record stabilito a 2710 metri. Scilla e Cariddi, sembrano aver graziato l’atleta classe ’92. Roose ha già battuto il suo  record personale di 1.525 metri siglato in Guadalupe Montserrat.

Questa mattina, il vento era molto più forte di quello che è adesso. La natura sembra essere stata benevola con questo ragazzo venuto da lontano e che ha deciso di far passare alla storia il tratto di mare che fa da terzo in comode tra Calabria e Sicilia. Le riprese dei droni che stanno immortalando l’impresa, stanno regalando immagini spettacolari. Roose sembra sparire tra il blu del mare e quello del cielo. La stanchezza si fa sentire. Le spalle e le braccia iniziano ad avvertire la pesantezza della distanza. Ad ogni step, Jaan –per proseguire senza intoppi nella traversata aerea dello Stretto - deve sciogliere i muscoli delle braccia, uno alla volta.

Stretto Jaan Roose 2024_04

Ore 09.49 - È passata un’ora dall’inizio della passeggiata sospesa tra cielo e mare del tre volte campione di slacklining, ha quasi concluso il primo chilometro. Siamo a più di 1200 metri dal traguardo. Jaan ogni tanto si ferma per cercare la connessione con il cavo che è composto da più spezzoni di 100, 200 metri alla volta.

Condizioni meteo favorevoli, 23 gradi, vento 5,8 m/s: la diretta

Ore 8:47 - Si parte dal Pilone di Santa Trada, Villa San Giovanni: La concentrazione è massima. Davanti a Jaan, lo spettacolo dello Stretto. Cavo di sicurezza controllato maniacalmente. Double check (doppio controllo). Un piede davanti all’altro a l’impresa è iniziata. Primi passi, lenti, incerti. L’atleta estone deve prendere confidenza con la corda, più sottile rispetto a quella che utilizza di solito.

Data la durata e la lunghezza del percorso, Jaan, utilizza le scarpe, lui predilige la traversata scalzo. Il vento è aumentato, Jaan rallenta il passo. Ogni passo è pesato e pensato. A 7:38 minuti dall’inizio della passeggiata da record il tre volte campione del mondo ha aumentato il ritmo. Forse a ritmo di musica, quella che ascolta in questo momento come Golì & Assia, duo electro/indie siciliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jaan Roose attraversa lo Stretto, 3,6 chilometri per entrare nella storia
ReggioToday è in caricamento