menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santo Stefano in Aspromonte

Santo Stefano in Aspromonte

Santo Stefano in Aspromonte capofila del progetto del Mibact "Borghi in festival"

Il bando per la promozione culturale e turistica di reti di borghi ha permesso la partecipazione di comuni, associazioni e partner cofinanziatori

Al bando ministeriale sui borghi, la Calabria è ben rappresentata e Santo Stefano in Aspromonte è il capofila nazionale. Il bando del Mibact “Borghi in festival” per la promozione culturale e turistica
di reti di borghi, ha permesso la partecipazione di comuni, associazioni e partner cofinanziatori e ha
visto la partecipazione di numerose compagini organizzate per la valorizzazione dei borghi in Italia.

Il progetto “N.I.T. – Next italian thinking, tra natura e cultura”, coordinato da Mariantonietta Firmani dall’associazione pescarese “Parallelo 42” ha come obiettivo quello di promuovere e sostenere la qualità e le eccellenze dei territori, per valorizzarne le risorse culturali, ambientali e turistiche collocate in rete per numerosi comuni, associazioni, musei, in Calabria, Sardegna, Campania, Abruzzo, Toscana e Veneto. I comuni calabresi aderenti sono reggini: Santo Stefano in Aspromonte, Fiumara e Platì.

Tra i vari partner strategici e associativi troviamo la Fondazione Banco di Napoli quale cofinanziatore, Italia Nostra nazionale rappresentata dalla sezione reggina, l’associazione ambientalista Save Your Globe, FIAF, Camera di Commercio e dell’Industria Italiana in Polonia.

“E’ importante fare rete e attirare in maniera sinergica i flussi del turismo integrato, sia italiani che esteri, sfruttando il grande appeal che i borghi posseggono” sostiene il sindaco di Santo Stefano Francesco Malara. “Dobbiamo prepararci fin da adesso - conferma Malara” - per il tempo in cui, sconfitta la pandemia, si ricomincerà a promuovere il territorio, quello sano, genuino, ricco di tradizioni e vocato per il “green”.

Il progetto multiregionale “N.I.T. Next italian thinking, tra natura e cultura” mira a creare opportunità per il miglioramento sociale ed economico, anche attraverso l’incubazione di imprese culturali, creative e innovative di comunità, a promuovere e sostenere contenuti innovativi nelle attività di educazione e formazione, a rafforzare l’offerta turistica e culturale dei territori, a sviluppare approcci progettuali integrati pubblico- privato certamente favoriti nei piccoli comuni.

Vogliamo valorizzare in maniera armonica, le eccellenze dei saperi e dei sapori dei vari territori regionali, accrescendo così il valore intrinseco delle piccole comunità e sostenendo la qualità e le eccellenze presenti, compreso le imprese locali.

I comuni partner del progetto, tra cui quelli reggini dell’area ionica e tirrenica della dorsale aspromontana sono infatti emblema della molteplicità culturale e storica che rende tanto prezioso e variegato il patrimonio italiano sotto il profilo insediativo, naturalistico, architettonico, culturale, delle tradizioni popolari ed enogastronomiche. Il bando “Borghi in Festival” è stata una bella occasione per creare sinergie anche per il futuro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento