rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
L'appuntamento / Anoia

"Terre Alte 2022": è partito il progetto della Stazione Speleo Calabria

La prima giornata formativa, tenutasi nella cavità artificiale "Fontana Vecchia" nel comune di Anoia, ha visto impegnati tecnici della Stazione speleo del Soccorso alpino e speleologico Calabria

Al via il progetto "Terre Alte 2022" che prevede il coinvolgimento di alcuni istituti scolastici calabresi e della Sezione del Cai di Reggio Calabria. Ieri, 26 settembre, sotto il patrocinio della sede centrale del Club Alpino Italiano, si è svolta la prima giornata di attività pratica con la presenza degli studenti dell'Istituto di istruzione superiore V. Gerace di Cittanova.

La prima giornata formativa, tenutasi nella cavità artificiale "Fontana Vecchia" nel comune di Anoia, ha visto impegnati tecnici della Stazione speleo del Soccorso alpino e speleologico Calabria che hanno presidiato le attività e svolto un webinar (presentazione online) sulla prevenzione degli incidenti negli ambienti ipogei.

La prevenzione degli incidenti in grotta, esattamente come quelli in montagna, è uno dei compiti principali del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas). Montagne e grotte, pur presentando le peculiarità degli “ambienti ostili ed impervi", non sono pericolose in quanto tali, ma possono diventarlo se le si affronta senza le conoscenze e la preparazione adeguate.

Il prossimo appuntamento, che vedrà nuovamente presente la Stazione Speleo Calabria, si svolgerà ad ottobre nel comune di Zungri (Vibo Valentia).

Fino al 31 dicembre 2022, saranno aperte le iscrizioni per diventare volontario Cnsas (componente Speleo, componente Alpina, medici ed infermieri). Informazioni, dettagli sui requisiti, modalità d'ingresso e la domanda di ammissione sul sito  www.sasc.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Terre Alte 2022": è partito il progetto della Stazione Speleo Calabria

ReggioToday è in caricamento