Coronavirus, positivi 46 dei 76 migranti sbarcati nella Locride

Tra i contagiati anche donne, bambini e interi nuclei familiari. Sono stati isolati dagli altri migranti, di nazionalità irachena e iraniana, e collocati in apposite tende

La barca intercettata ieri al largo delle coste

Quarantasei dei 76 migranti sbarcati ieri mattina con una barca a vela a Camini, nella Locride, e poi trasferiti, momentaneamente, in un centro di prima accoglienza di Roccella Ionica, sono risultati positivi al Coronavirus.

Tra i positivi anche donne, bambini e famiglie. Il dato è emerso oggi a seguito dell'esito del primo giro di tamponi rinofaringei a cui ieri pomeriggio sono stati sottoposti tutti i migranti di nazionalità irachena e iraniana. I positivi sono stati isolati dagli altri e collocati in apposite tende poste a distanza dalla struttura messa a disposizione dall'amministrazione comunale, dove da ieri sono sistemati gli altri 30.

Nella stessa struttura, riporta l'agenzia Ansa, ci sono ancora altri migranti (27) giunti nella cittadina ionica nei precedenti sbarchi. Non è escluso che la Prefettura di Reggio Calabria disponga il trasferimento in altre strutture più attrezzate sul piano sanitario i 103 migranti attualmente presenti a Roccella. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Qualità della vita, Reggio Calabria scala la classifica e conquista il 78esimo posto

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Maltempo, il vento soffia su Reggio: albero si abbatte nel parcheggio del Cedir

Torna su
ReggioToday è in caricamento