rotate-mobile
L'evento / Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Miti Contemporanei, alla villa comunale una maratona di arte e teatro

Domani torna il festival di Scena Nuda, con una sezione estiva dedicata al cinquantesimo dei Bronzi

Teatro, cultura e arte in una lunga maratona che inizierà di mattina e si concluderà in tarda serata. Si svolgerà domani alla Villa comunale una speciale sezione estiva del festival "Miti contemporanei", ideato dalla compagnia teatrale Scena Nuda e giunto alla sua undicesima edizione. La rassegna è in quest'occasione inserita nel programma dell'Estate Reggina e gli eventi saranno dedicati al cinquantesimo anniversario dei Bronzi di Riace. Hanno presentato il festival in conferenza stampa Teresa Timpano e Filippo Gessi (Scena Nuda), l'assessore comunale Irene Calabrò e il consigliere Nino Malara, delegato ai grandi eventi.

E' la stagione della ripartenza per il comparto della cultura e del teatro, e Teresa Timpano lo sottolinea: "Questo è un momento importante per noi e gli altri operatori del territorio, reso possibile dal sostegno delle istituzioni, che ringrazio. Senza le istituzioni il teatro non vive, chiediamo di non essere lasciati da soli. Il cofinanziamento - continua - è una formula adottata con esiti positivi in Italia e in Europa, per il settore è la strada giusta".

Il festival Miti Contemporanei negli anni ha beneficiato anche di fondi regionali e adesso è in parte finanziato dalla Città metropolitana con risorse ministeriali del Fus nell'ambito del programma operativo del bando 2014-2020.

Il cartellone di eventi di domani è ricco e articolato. Si inizierà alle 10 con un laboratorio teatrale che vedrà impegnata l'associazione di promozione sportiva "I Girasoli della Locride", che opera insieme a utenti con disabilità psicofisiche gravi. La recitazione per loro è stata un'esperienza nuova, entusiasmante e svolta con l'attento monitoraggio delle professionalità che seguono il percorso ricreativo e sociale di questi ragazzi. 

Alle 17.15 è in programma la prima delle due rappresentazioni teatrali di "Demetra" con l'attrice siciliana Francesca Pica (in replica alle 19.15). La performance, prodotta da Scena Nuda, è incentrata sugli elementi naturali. Profondamente integrata con il contesto territoriale, segue un'idea progettuale di promozione dell'identità ambientale.

Alle 17.30 andrà in scena lo spettacolo teatrale per ragazzi "Ipazia" di e con Adriana Cuzzocrea, che introduce i temi della Magna Grecia e quindi si collega alle celebrazioni per i Bronzi, così come il successivo laboratorio artistico "Eteocle e Polinice" (ore 18.15), affidato all'associazione Agapao di Luisa Malaspina, una giovane realtà locale che ha iniziato la sua attività cinque anni fa. Protagonisti saranno bambini e ragazzi da 6 a 10 anni, che realizzeranno sul posto un'azione collettiva di pittura, creando un grande murales su miti e personaggi della Magna Grecia.

Alle 19.30 il festival ospiterà lo spettacolo "Lettere d'amore", produzione del Nuovo Teatro Sanità di Napoli con la direzione artistica di Mario Gelardi. Alcuni attori accompagnati da musica eseguita dal vivo, reciteranno testi di Pessoa, Oscar Wilde, Frida Kalho, Ovidio, De Filippo e Luigi Tenco.

Infine alle 21.30 debutterà lo spettacolo prodotto da Scena Nuda "Questioni di famiglia", con Gessi e Timpano, per la regia di Andrea Collavino. Tratto da "Antonio e Cleopatra" di Shakespeare, questo allestimento offre una rilettura dei due grandi personaggi, che l'amore rende umani e vulnerabili.

L'ingresso agli spettacoli di domani è gratuito. La compagnia Scena Nuda, diretta da Teresa Timpano, l'anno scorso rientrata nella lista delle imprese di produzione teatrale riconosciute dal ministero della cultura (per il triennio in corso), è attualmente impegnata con attività in varie regioni italiane, e ha in essere sette produzioni teatrali e azioni di promozione territoriale, tra cui quella nella provincia reggina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miti Contemporanei, alla villa comunale una maratona di arte e teatro

ReggioToday è in caricamento