Cronaca

Scilla vicina alla mamma di Nicola, ritrovato al Mugello

Il paese della Costa viola in provincia di Reggio Calabria ha seguito con apprensione la vicenda del bambino di 21 mesi di Palazzuolo sul Senio ritrovato dopo 31 ore. La mamma Giusy è cresciuta a Scilla

Il piccolo Nicola dopo il ritrovamento (Foto Ansa)

"Ho seguito tutta la vicenda in tv, a Chi l'ha visto?" - racconta l'anziana signora Giuseppina Paladino, stesso nome e cognome della mamma del piccolo Nicola Tanturli, il bambino di 21 mesi di Palazzuolo sul Senio ritrovato dopo 31 ore a tre chilometri da casa. 

"Non siamo parenti, però - spiega la signora al telefono a ReggioToday". C'è da dire, infatti, che il cognome Paladino è molto diffuso a Scilla. "La conoscevo bene quando era piccola. Suo padre e mio marito erano molto amici. Adesso non ci sono più, sono morti entrambi. La mamma, la signora Giovanna, aveva un negozio di mercaria in Piazza San Rocco. I suoi parenti stanno nel rione San Giorgio e la sua famiglia era molto conosciuta per via del falegname, che era molto bravo. La figlia Giusy è andata poi via dalla Calabria e l'estate però ritorna".

Scilla è un piccolo paese sul mare e come è naturale che sia ci si conosce un po' tutti. Per questo la storia di Giusy e di suo figlio Nicola ha tenuto col fiato sospeso l'intera comunità e adesso che il piccolo è tornato a casa si pensa già a quando arriveranno per le vacanze estive.

"Quando ho sentito la storia - prosegue la signora  Paladino - mi sono molto dispiaciuta e in un primo momento non credevo potesse essere lei. I bambini, quando sono piccoli, vanno tenuti d'occhio, in un attimo può succedere il peggio. Adesso le auguro di superare questo momento difficile a lei e al piccolo Nicola".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scilla vicina alla mamma di Nicola, ritrovato al Mugello

ReggioToday è in caricamento