rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
In nome della solidarietà

Allievi carabinieri donano uova pasquali a bimbi ricoverati e famiglie bisognose

Duecento uova di cioccolato alle Suore di Maria Corredentrice, alla Caritas diocesana, all’Emporio della solidarietà e ai reparti di pediatria e di oncoematologia pedriatrica del Grande ospedale metropolitano

Sono passati quasi tre mesi da quando 660 ragazzi e ragazze, provenienti da tutta Italia, hanno varcato il cancello di ingresso della Scuola del quartiere Modena per iniziare il 140° corso allievi carabinieri intitolato alla "M.O.V.M. Alberto La Rocca". 

"I giovani - spiega in una nota il comando della Scuola - hanno compreso sin da subito che indossare la divisa del “carabiniere” significa intraprendere un cammino impegnativo, fatto di sacrifici, tante ore di studio e di addestramento per contribuire al meglio al mantenimento della sicurezza del Paese, una volta destinati alle Stazioni carabinieri. E propri dai nostri allievi, che nel solco della secolare tradizione apprendono e fanno propri i valori che caratterizzano l’Arma, è spontaneamente partita una iniziativa attraverso la quale hanno voluto accentuare il valore della solidarietà con un piccolo, ma concreto gesto di generosità verso la collettività di cui a breve saranno i futuri custodi". 

Si avvicina la Pasqua e con il solo intento di regalare un sorriso ai più piccoli, "gli allievi hanno chiesto di poter donare delle uova di Pasqua ai bambini delle famiglie più bisognose ed ai piccoli pazienti che, per motivi di salute, si trovano ricoverati in questi giorni di Santa Pasqua in città. Stamani, accompagnati dai loro superiori, alcuni allievi hanno portato 200 uova di cioccolato alle Suore di Maria Corredentrice, alla Caritas diocesana, all’Emporio della solidarietà e ai reparti di pediatria e di oncoematologia pedriatrica del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria.

Un semplice augurio, - concude la nota - da parte di chi sta cementificando i valori dell’amicizia e dell’altruismo, per testimoniare la vicinanza e l’affetto nei confronti dei soggetti più sensibili e vulnerabili, soprattutto dei piccoli, che più di tutti soffrono le restrizioni di questo particolare periodo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allievi carabinieri donano uova pasquali a bimbi ricoverati e famiglie bisognose

ReggioToday è in caricamento