rotate-mobile
Arte e cultura / Seminara

Seminara, restauro per quattro bassorilievi che raccontano la storia

Partiti i lavori sulle ultime due opere del XVI secolo presenti nell'atrio d'ingresso di Palazzo San Mercurio

Sono partiti negli scorsi giorni i lavori di restauro degli ultimi due bassorilievi del XVI secolo presenti nell'atrio d'ingresso di Palazzo San Mercurio e originariamente collocati prima del terremoto del 1783 nel monumento dedicato al duca Carlo Spinelli.

I lavori, promossi dall'amministrazione comunale di Seminara a guida Giovanni Piccolo, sono stati eseguiti in continuità con quanto già effettuato negli scorsi mesi sui primi due bassorilievi raffiguranti il ringraziamento del re Ferrante allo Spinelli e l'ingresso dell'imperatore Carlo V a Seminara nel 1535. 

L'opera-zione, questa volta, è risultata estremamente complicata per via del peso delle opere (pari a circa 300 kg) e per via della collocazione delle stesse a circa 4 metri d'altezza.

La rimozione dei pannelli, riproducenti da un lato lo scontro avvenuto nel 1503 tra le truppe francesi e quelle spagnole nell'allora Piana di Seminara e dall'altro la Campagna di Roma (probabilmente la presa di Giulianova) condotta contro le forze papali e francesi dal duca di Alba tra il 1556 e il 1557, è stata condotta dalla ditta Floridia di Grammichele (Catania) esperta in allestimenti di beni museali.

L'intera operazione è stata svolta con il supporto dell'ufficio tecnico del comune, del suo responsabile Salvatore Cuzzucoli e con la supervisione della dottoressa, Maria Cristina Schiavone, della soprintendenza di Reggio Calabria e Vibo Valentia. 

Il tutto è stato coordinato dall'assessore alla cultura, Domenico Scordo. Come già avvenuto in precedenza, i lavori di restauro dei bassorilievi avverranno presso i locali dell'ex pretura di Seminara a cura del dipartimento "Dibest” dell’università della Calabria diretti dal professore Barbera. 

Notevoli sono i particolari di questi ultimi due bassorilievi, il fiume Petrace e sullo sfondo l'Aspromonte mentre due armigeri si sfidano in singolar tenzone, gli eserciti si fronteggiano, nell' altro bassorilievo un flusso di soldati con bandiere con lo stemma papale che escono dalla porte urbiche di Giulianova per affrontare le forze spagnole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seminara, restauro per quattro bassorilievi che raccontano la storia

ReggioToday è in caricamento