rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
L'operazione anti spaccio / Locri

Droga nei quartieri Gazzi e Mangialupi, sono due i reggini finiti in manette

Si tratta di Francesco Giorgi, nato a Locri, 28 anni e Gianluca Minnella, nato a Cinquefrondi, 27 anni

Sono due i reggini che sono stati tratti in arresto, all’alba di oggi, nell’ambito dell’operazione condotta dalla squadra mobile messinese contro lo spaccio di droga nei quartieri Gazzi e Mangialupi. In manette sono finiti: Francesco Giorgi, nato a Locri, 28 anni e Gianluca Minnella, nato a Cinquefrondi, 27 anni.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti della Direzione distrettuale antimafia di Messina, i due giovani reggini farebbero parte della cellula calabrese che si occupava di rifornire di droga le piazze di spaccio della città dello Stretto. A entrambe è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Stando a quanto avrebbero accertato gli uomini della squadra mobile messinese il gruppo calabrese finito nelle carte dell’inchiesta avrebbe garantito la continuità dei rifornimenti della sostanza stupefacente al gruppo messinese.

I nomi di tutti gli indagati

I contatti con i vertici del gruppo dei messinesi, per i magistrati della procura della Repubblica siciliana, sarebbero stati gestiti attraverso cellulari dedicati che garantivano un elevato livello di riservatezza delle comunicazioni.

Numerosi, si legge in una nota stampa diffusa dalla polizia, “sono stati i casi in cui gli investigatori dell'antidroga sono intervenuti in flagranza per intercettare la droga, mentre in altre occasioni sono state scoperte e sequestrate armi e munizioni ben conservate e perfettamente funzionanti, nella disponibilità del gruppo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nei quartieri Gazzi e Mangialupi, sono due i reggini finiti in manette

ReggioToday è in caricamento