Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Strage di Quargnento, Falcomatà: "Sentenza rende giustizia a memoria di Nino Candido"

Il sindaco reggino commenta la decisione dei giudici che hanno condannato a trenta anni i coniugi Vincenti per l'esplosione che costò la vita a tre vigili del fuoco

Il feretro di Nino Candido

"Gli assassini del nostro concittadino Nino Candido e dei suoi colleghi Vigili del Fuoco Matteo Gastaldo e Marco Triches, uccisi nella strage di Quargnento sono stati condannati a trent'anni. Il Tribunale di Alessandria ha parlato di omicidio volontario plurimo con dolo eventuale. Nessuno potrà mai restituirci il nostro Nino, ma questa sentenza rende giustizia alla sua memoria. Un forte abbraccio a tutta la sua famiglia e ai tanti colleghi e amici che da Reggio Calabria e da tutta Italia hanno tanto sofferto in questi mesi".

Lo dichiara il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando gli esiti della sentenza della Corte d’Assise di Alessandria che ha condannato i coniugi Giovanni Vincenti e Antonella Patrucco a trent'anni per l'uccisione dei tre Vigili del Fuoco intervenuti nella cascina di Quargnento.

La Corte d’Assise di Alessandria, presieduta da Maria Teresa Guaschino, che doveva giudicare sulla strage di Quargnento, al termine dell’udienza odierna e dopo alcune ore di camera di consiglio, ha emesso la sentenza sulla morte dei tre vigili del fuoco Matteo Gastaldo, Marco Triches ed Antonio Candido e ha condannato a  i coniugi Gianni Vincenti e Antonella Patrucco a trent’anni ciascuno.

Alla lettura della sentenza hanno presenziato anche molti famigliari delle tre vittime e Giuliano Dodero, il caposquadra che quella notte intervenne sul luogo dell’esplosione e rimase ferito insieme al collega Luca Trombetta e a al Carabiniere Roberto Borlengo. 

"Ce l'abbiamo fatta, gliel'avevamo promesso ai nostri figli". E' stato il primo commento, come riporta l'agenzia Ansa, della madre di Antonino Candido, una delle tre vittime. "Speriamo che li facciano tutti", ha aggiunto la mamma di Marco Triches, un altro dei tre vigili morti - avevo un figlio stupendo e me l'hanno tolto. Viveva per i valori della vita che io gli ho insegnato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Quargnento, Falcomatà: "Sentenza rende giustizia a memoria di Nino Candido"

ReggioToday è in caricamento