Cronaca

Sviluppo urbano e sguardo al futuro, Sera: "Reggio può compiere il salto di qualità"

Dal Piano spiaggia al Psc, il consigliere comunale e presidente della commissione Assetto del territorio illustra gli strumenti con i quali la città si sta rilanciando

"Quando abbiamo avviato il nostro lavoro, nella prima consiliatura, avevamo di fronte una città con tutti i processi di sviluppo territoriali bloccati. Dal piano strutturale comunale, al piano spiaggia, fino all’assenza di una strategia per la mobilità. Da qui siamo ripartiti e oggi finalmente raccogliamo importanti risultati". È quanto evidenzia il consigliere comunale Giuseppe Sera in merito all’attuale fase di programmazione degli interventi strategici messi in atto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Falcomatà.

"Il Psc – spiega il consigliere Sera che è anche presidente della commissione Assetto del territorio di Palazzo San Giorgio – è un pò la Magna Carta dello sviluppo urbanistico ed è stato necessario un approfondito e attento lavoro per aggiornarlo e adeguarlo ai cambiamenti intervenuti nel corso degli anni, grazie anche allo straordinario supporto dei progettisti.

Oggi, dopo un complesso iter iniziato nel 2016, abbiamo uno strumento moderno di pianificazione territoriale che fa suo il principio del consumo zero del suolo, vero fondamento di questa azione in una città che nei decenni ha subito una devastazione in termini di cementificazione selvaggia e che oggi guarda ai processi di rigenerazione dell’esistente. E nello stesso solco si colloca anche il Piano urbano della mobilità sostenibile che è un altro strumento fondamentale per disegnare la città del futuro, in chiave smart e innovativa".

Piano spiaggia

Anche il piano spiaggia è un percorso che parte da lontano, continua Sera, “quando abbiamo ripreso uno strumento che era vecchio ormai di undici anni e che ha posto come priorità la bonifica dei litorali dagli ecomostri attraverso lo stanziamento di apposite risorse per le demolizioni abusive. Il Piano adottato in via preliminare dal consiglio comunale offre un indirizzo innovativo per il settore, scommettendo sul rilancio delle attività balneari e la creazione di un indotto imprenditoriale con particolare attenzione ai giovani. Ma è anche uno strumento che punta sull’inclusione e sull’accessibilità con particolare riguardo alle persone con disabilità. Un lavoro scrupoloso condotto con grande impegno dall’assessora Cama".

Museo del mare di Zaha Hadid

Il consigliere evidenzia anche i passi in avanti sul grandioso progetto dell'archistar Zaha Hadid, “che questa amministrazione non ha mai accantonato. Al contrario, è stato fatto un lavoro secondo la logica del buon padre di famiglia, facendo fronte in una fase iniziale ai noti problemi finanziari dell’Ente e riuscendo successivamente a ridare impulso ad un’opera straordinaria che non deve avere primogeniture poiché appartiene a tutta la comunità reggina".

Edilizia scolastica

La commissione Assetto del territorio è attiva anche su questo fronte, “con l’obiettivo – spiega Sera – di regolarizzare la situazione dei nostri istituti, anche alla luce del fatto che su quaranta edifici solo cinque risultano regolarmente accatastati. Un’azione che stiamo portando avanti su preciso indirizzo del sindaco Falcomatà e di concerto con gli assessori Muraca e Albanese”.

Lavoriamo con questo spirito, assicura Sera, “nella consapevolezza che sia necessario recuperare un forte senso di comunità e di appartenenza, intervenendo in quelle sacche di degrado culturale e civile presenti in città. Un impegno che stiamo portando avanti anche grazie al lavoro delle commissioni e agli strumenti di partecipazione che l’amministrazione ha reso effettivi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sviluppo urbano e sguardo al futuro, Sera: "Reggio può compiere il salto di qualità"

ReggioToday è in caricamento