rotate-mobile
La manifestazione / Taurianova

Più di ventimila presenze al Villaggio Sud Agrifest: successo per la terza edizione

Per tre giorni, il Festival della cooperazione ha riempito Taurianova con una varietà di attività, spettacoli e degustazioni, celebrando le tradizioni agricole, culturali e innovative

Più di ventimila presenza per la terza edizione del Villaggio Sud Agrifest a Taurianova. Il Festival della cooperazione, nelle tre giornate, ha riempito la città con una varietà di attività, spettacoli e degustazioni, celebrando le tradizioni agricole, culturali e innovative.

Una manifestazione curata e realizzata dall’organizzazione produttori O.P. Pianagri, punto di riferimento per la cooperazione nel settore agricolo e dall’associazione politico culturale Risorse, con la partnership di LegaCoop, che ha coinvolto istituzioni, associazioni, ordini professionali, partner e cittadini e ha dimostrato di essere un evento significativo per la comunità, attirando un ampio numero di partecipanti e ottenendo un riscontro positivo da parte degli organizzatori degli espositori e di visitatori. 

L'evento ha offerto tanta bella musica (6 concerti e 3 dj set), la fiera agricola più grande della Calabria e un programma ricco di grandi appuntamenti che ha coinvolto più di 250 ospiti e migliaia di persone nei 50 convegni in più di 10 location diverse. La partecipazione entusiastica e il feedback positivo ricevuto sono testimonianza del successo e della rilevanza di questo festival nella promozione delle risorse locali e nella valorizzazione del territorio.

"È stato bello procurare molta felicità anche per questa terza edizione del Villaggio Sud Agrifest – Festival della Cooperazione", ha detto Leandro Caccamo, presidente OP Pianagri. 

"La partecipazione è stata straordinaria – ha ricordato Noemi Asciutto, presidente dell'associazione Risorse – con visitatori provenienti da ogni parte della Calabria e ospiti provenienti da tutta Italia. Gli incontri, le presentazioni di libri, le sessioni a cura degli espositori sono state stimolanti e partecipate nonostante le alte temperature. Già dalla prima edizione del festival abbiamo visto nascere numerose collaborazioni tra aziende e associazioni. 

Vederle riconfermate per il terzo anno è una grande soddisfazione. Anche il feedback ricevuto da ragazzi, famiglie e dagli artisti è stato estremamente positivo. 

Dai laboratori il sorriso dei bambini, dai concerti l'energia del pubblico, dal palco la performance degli artisti, da dietro le quinte la dedizione dello staff e tutti i collaboratori  sono gli ingredienti di questa edizione magica e indimenticabile".

"Naturalmente, ogni evento presenta delle sfide, e questo festival non è stato un'eccezione. È stata una edizione più estesa – hanno sottolineato gli organizzatori - non solo in termini di spazi ma anche di eventi quindi per molti aspetti più complessa dal punto di vista gestionale. Abbiamo affrontato alcune difficoltà logistiche ma siamo riusciti a superarle grazie all’instancabile forza dei componenti dell’O.P. Piangri e di Risorse".

La serata inaugurale

Il grande successo dell'inaugurazione del Villaggio è stato segnato dall’apertura della fiera agricola, con un’area coperta di oltre 4.000 mq dedicata alla esposizione delle imprese agricole e dell’acquacoltura e che ha accolto oltre 40 stand tra cui quello di De Masi che in fiera ha festeggiato i 70 anni di attività.

La serata inaugurale ha permesso al pubblico di immergersi nella musica di Piotta e il suo “Dieci e l'Ode tour”, di riscoprirla e di continuare ad apprezzare il suo talento. Lo show, che ha rappresentato la prima data del tour estivo del cantautore romano, ha attraversato, in 3 atti, tutti i suoi 10 album di studio, e più di 25 anni di musica, con particolare attenzione all'ultimo album "'Na notte infame" e a quell'Ode Romana dedicata al fratello Fabio. Molto apprezzato anche il duo pop/rap Shark & Groove, che ha catturato il pubblico con un esemplare ottimismo.

Nonostante qualche problemino tecnico il pubblico ha ballato prima insieme alla cantautrice e polistrumentista di Bagnara Sof Sof e il suo “Io ti ammazzo con l’amore Tour”, e poi con la voce inconfondibile di Giuliano Palma e la musica di uno dei migliori frontman della scena italiana, noto per le sue cover ska e reggae dei maggiori successi della musica italiana. Una esibizione la sua che ha travolto il pubblico fino a fare le ore piccole poi con il dj set di Fabio Nirta che ha chiuso ogni sera il festival con scroscianti applausi da parte del pubblico.

Il concerto di Max Gazzè 

Tutto esaurito domenica per il concerto di Max Gazzè affiancato dalla Calabria Orchestra. Il cantautore in Musicae Loci si è immerso nei suoni e nelle tradizioni della nostra regione con arrangiamenti curatissimi e tanta bella musica suonata dal vivo, oltre ai suoi grandi successi in cui hanno sempre trovato spazio anche gli strumenti della nostra tradizione. Ad aprire la magica serata è stata Frey con le sue melodie impresse di texture chitarristiche essenziali.

Tra gli appuntamenti seguiti con entusiasmo l’immancabile Gara dei Trattori - II Memorial Francesco Galluccio che ha aggiunto un elemento di competizione e intrattenimento con oltre 50 trattoristi iscritti, tra cui due donne e tantissimi giovani.

 Ottimi riscontri nei salotti di Taurianova, Capitale del Libro 2024 con il giornalista, scrittore, editore Antonio Padellaro con il suo libro “Solo la verità, lo giuro”, il magistrato Annamaria Frustaci con il libro “La ragazza che sognava di sconfiggere la mafia”e le Eterobasiche, il duo amatissimo dai social network composto da Maria Chiara Cicolani e Valeria De Angelis, autrici di “Romanzo di un maschio”.

Grandissima partecipazione di pubblico anche per le masterclass e degustazioni guidate con i produttori del vino e quelli dell’olio della nostra regione che hanno dato vita ad uno spazio interamente dedicato alla valorizzazione dei prodotti locali. 

E poi ancora stand espositivi e show room per gli operatori di settore, in cui è stata focalizzata l'attenzione sull'impiego di tecnologie avanzate e competenze professionali in ambito paesaggistico e ambientale, ma la tre giorni ha anche accolto stand informativi per i giovani alla ricerca di lavoro con un’importante sinergia fra Camera di commercio, università Mediterranea e Unical, eventi di formazione in collaborazione con ordini professionali, prove sul campo ed eventi all’interno della stessa fiera che hanno contribuito all'onda di vitalità e alle sperimentazioni come la Call to action “Spaventapasseri con cervello” vinta dall’istituto tecnico commerciale Gemelli Careri.

"Esprimiamo grande soddisfazione per la riuscita del primo festival della cooperazione. Tre giorni di festa – ha sottolineato il presidente di Legacoop Calabria Lorenzo Sibio - in cui si sono accesi i riflettori e si è rafforzata l’attrattività, attraverso le discussioni, i confronti e le proposte del movimento cooperativo, nelle tavole rotonde tenute, su un modello di impresa, quella cooperativa, capace di generare non solo valore economico, ma anche sociale e sostenibile.

Sono stati tre giorni intensi, durante i quali il nostro gruppo dirigente regionale, insieme ai numerosi dirigenti nazionali delle diverse associazioni di Legacoop, al Fondo di promozione cooperativa CoopFond e al presidente nazionale di Legacoop, Simone Gamberini, hanno dimostrato il loro impegno, sostegno e vicinanza.

Grazie a questa presenza, l'organizzazione ha potuto garantire alle associate un forte supporto, testimoniando - ha continuato il presidente Sibio - l'orgoglio cooperativo e mostrando come il movimento cooperativo rappresenti una grande opportunità di sviluppo e crescita anche per la Calabria. 

Grazie all'O.P. Pianagri, una cooperativa che incarna pienamente i valori della nostra organizzazione, e alla partecipazione attiva dei relatori nei dibattiti, possiamo affermare che c'è un grande interesse verso il modello cooperativo.

Gli obiettivi di sviluppo prefissati e i caratteri distintivi del nostro operato, come la legalità, l'innovazione e la sostenibilità, sono fondamentali. Se questi principi – ha concluso il presidente di Legacoop Calabria - vengono interpretati e concretizzati nel nostro agire quotidiano come elementi unici del cooperatore, possiamo costruire un sistema avanzato di democrazia economica e un efficace strumento per la redistribuzione del benessere, che è l'essenza della cooperazione".

L'area Kids

Per i più piccoli, invece, progetti dedicati nell'area kids travolta dall’entusiasmo di oltre 500 bambini presenti nelle tre giornate per i laboratori nel contesto agroalimentare e della cooperazione.

Novità di quest’anno è stata l’area dedicata all’arte con Sirelli e il suo apprezzatissimo robot Rafael, Sero, Nucifora Arte e Pako Bono che durante l’evento hanno realizzato performance ed installazioni che hanno dato vita a una mostra inedita mettendo a dialogo l’arte con il territorio. Un esempio di sinergia straordinaria ha coinvolto diverse associazioni, tra cui gli Amici del palco e la Pro loco che insieme all’associazione Risorse e all’O.P. Piangri sono gli organizzatori dei tre grandi eventi estivi della città gemellati con Taurianova Capitale del Libro.

"Desideriamo esprimere la nostra più sincera gratitudine a tutti coloro che partecipando hanno contribuito al successo del Festival. Speriamo che tutti i partecipanti portino con sé l'energia e l'ispirazione di questi giorni, continuino a seguire i nostri aggiornamenti e a partecipare alle nostre iniziative future.

Un ringraziamento speciale – concludono gli organizzatori - ai nostri sponsor, partner, associazioni, volontari e relatori, senza i quali questo evento non sarebbe stato possibile è un successo condiviso, grazie al coraggio e alla certezza del valore aggiunto della rete tra giovani professionisti abbiamo creato a catena tante nuove connessioni, un segno anche di speranza per la nostra città e l’intera regione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di ventimila presenze al Villaggio Sud Agrifest: successo per la terza edizione

ReggioToday è in caricamento