Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Centro

Tenta di rubare oltre 350 chili di rame nell'area del Palazzo di giustizia: arrestato

A segnalare l'accaduto, in piena notte, è stata un’assistente della polizia penitenziaria che ha allertato la sala operativa della Questura. L'uomo è stato fermato dopo un inseguimento dagli agenti delle volanti

Tenta di rubare oltre 350 chili di rame nell'area del costruendo Palazzo di Giustizia ma viene scoperto e arrestato. Gli agenti della polizia, infatti, dopo un breve inseguimento, hanno sventato il furto di un’ingente quantità di metallo che il ladro, spiegano dalla Questura "aveva già abilmente accatastato per agevolarsi la fuga".  

A segnalare l'accaduto, in piena notte, è stata un’assistente della polizia penitenziaria che, libera dal servizio, stranita dalla presenza del cumulo di cavi e di un uomo vestito con abiti scuri ed incappucciato, ha immediatamente allertato la sala operativa.

Gli agenti della volante, giunti immediatamente sul posto, hanno bloccato il 56enne, reggino, mentre era in fuga a bordo della sua autovettura. Dopo una perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto, nascosto in una tasca, un gomitolo di rame dello stesso tipo di quello utilizzato per legare i cavi rinvenuti.

L'uomo è stato così arrestato e su disposizione del pubblico ministero condotto presso la sua abitazione a disposizione dell'autorità giudiziaria che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto l’obbligo di dimora con il divieto di uscire durante le ore serali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di rubare oltre 350 chili di rame nell'area del Palazzo di giustizia: arrestato

ReggioToday è in caricamento