Rimosse centinaia di tonnellate di rifiuti, Neri: "La vera partita si gioca sugli impianti"

Domani vertice in Prefettura per affrontare il grande tema della gestione degli impianti di conferimento. Tolleranza zero verso trasgressori ed evasori

Armando Neri

“In questi giorni stiamo rimuovendo centinaia di tonnellate di rifiuti abbandonati nelle strade della nostra città. I risultati di questo sforzo sono già evidenti, ma è chiaro che cosi non può bastare, la città deve essere più pulita. Dobbiamo insistere nel recuperare il pregresso e a fianco a questo si pone il grande tema della gestione degli impianti di conferimento, sui quali la nostra città ha bisogno di certezze, per evitare ritardi nella raccolta ed una gestione più puntuale del circuito della differenziata”. E’ quanto afferma in una nota il vicesindaco con delega all’ambiente Armando Neri, commentando le operazioni concordate negli ultimi giorni con la società titolare del servizio di raccolta rifiuti.

“Personalmente mi sento di ringraziare la stragrande maggioranza dei cittadini che con grande senso civico hanno abbracciato dal primo giorno la novità della raccolta differenziata e continuano ad effettuarla in maniera corretta e puntuale. Esiste però una parte ridotta della cittadinanza che continua con comportamenti incivili, gettando la spazzatura per strada e danneggiando in questo modo l’ambiente e il decoro cittadino. Non è possibile - afferma Neri - che dopo poche ore dall’eliminazione di una microdiscarica, si cominciano già a vedere i primi sacchetti di nuovo per strada. Bisogna intervenire su questo, con urgenza. Sono sempre più convinto che quella squadra di sanzione e repressione dei trasgressori ed evasori a cui stiamo lavorando vada creata immediatamente, altrimenti si vanificano il rischio è che vengano vanificati gli sforzi straordinari della raccolta”.  

“Un altro aspetto - aggiunge il neo assessore- che trovo assolutamente prioritario è la questione degli impianti. E' questa la vera partita, insieme al tema dei controlli e della puntualità del servizio, sulla quale è necessario da subito imprimere un cambio di passo decisivo. Dobbiamo uscire subito da questa impasse burocratica a livello regionale che rischia di mandare fuori uso il circuito di gestione degli impianti. Per domani è convocato un vertice presso la Prefettura e spero si possano dare risposte certe soprattutto su questo”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Omicidio a Rosario Valanidi: ecco chi era l'uomo freddato a colpi di pistola

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento