rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
La firma

Consiglio regionale e Centro di giustizia minorile insieme per la legalità

Accolta la proposta del presidente della commissione regionale contro il fenomeno della 'ndrangheta e sottoscritto un protocollo d'intesa di tutela dei minori

Il Consiglio regionale della Calabria e il Centro di giustizia minorile della Calabria insieme per far crescere la cultura della legalità e difendere i minori dai rischi sottesi alla loro esposizione a fenomeni di natura criminale. E’ di questi giorni, infatti, la sottoscrizione di un protocollo d’intesa fra palazzo Campanella e la direzione del centro che trova la sua genesi in un’idea della commissione consiliare contro il fenomeno della 'ndrangheta, della corruzione e dell'illegalità diffusa, guidata dal professore Giuseppe Gelardi.

Il protocollo, che avrà durata di tre anni, è stato sottoscritto da Isabella Mastropasqua, direttore del centro di Giustizia minorile, dal presidente della commissione, Giuseppe Gelardi e dal presidente del consiglio regionale, Filippo Mancuso.

Le finalità dell’accordo sono esplicate nell’articolo 1 dello stesso. “Il presente protocollo d’intesa - si legge - ha la finalità di rafforzare il dialogo costruttivo e costante sui temi del contrasto alla criminalità organizzata, della diffusione della cultura della legalità e della prevenzione primaria, secondaria e terziaria della devianza minorile, attraverso la collaborazione tra il Centro per la Giustizia Minorile e il Consiglio regionale della Calabria, in particolare mediante l’attività della Commissione consiliare contro il fenomeno della 'ndrangheta, della corruzione e dell'illegalità diffusa”.

Consiglio regionale e Centro di giustizia minorile della Calabria, poi, si impegnano a “individuare procedure comunicative e operative in grado di promuovere iniziative comuni volte alla diffusione della cultura della legalità nelle comunità locali, attraverso azioni sinergiche di educazione alla legalità e prevenzione primaria, secondaria e terziaria della devianza minorile”.

Il protocollo d’intesa, infine, servirà per programmare ed attivare “progetti integrati sui temi della educazione alla legalità e della prevenzione della devianza e del disagio minorile in Calabria che consentano, attraverso percorsi educativi, di sensibilizzazione e formazione rivolti ai minori calabresi, opportunità di riflessione, crescita e consapevolezza sui valori della democrazia, del rispetto delle regole, del riconoscimento dei diritti, della cittadinanza attiva e della cultura della legalità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale e Centro di giustizia minorile insieme per la legalità

ReggioToday è in caricamento