rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
La polemica

L'Udc boccia la Ztl con l'ironia: "Un capolavoro politico nel pieno dell'estate"

Il provvedimento dell'amministrazione non convince il consigliere comunale Mario Cardia e il commissario provinciale Paolo Ferrara

"La scelta di istituire la Ztl al centro storico nel bel mezzo dell'estate ha il sapore di una vendetta dell'amministrazione contro le famiglie, i residenti e le attività commerciali del centro storico. È difficile, infatti, comprenderne le ragioni sia amministrative che politiche". Il consigliere comunale Mario Cardia, da poco approdato all'Udc, e il commissario provinciale dello scudo crociato, Paolo Ferrara, bocciano senza appello la decisione dell'amministrazione comunale.

"Il tutto - dicono Cardia e Ferrara - passa anche da una richiesta da fare in marca da bollo da 16 euro (non dovuta in questi casi) da parte dei residenti, chiamati anche a dichiarare di essere in regola con il pagamento dei tributi locali. Non è in discussione il dovere dei cittadini di corrispondere i giusti tributi, ma potrebbe benissimo accadere che molti cittadini rendano in buona fede questa dichiarazione, salvo poi apprendere in un momento successivo che non sia così, incorrendo quindi nel rischio di essere denunciati e subire un processo penale per false dichiarazioni. Quindi un residente non in regola con i tributi locali non può tornare a casa?".

Per i rappresentanti dell'Udc si tratterebbe di "Un tentativo di acquisire informazioni per vie traverse, sminuendo ancora una volta i lavoratori della società Hermes, evidentemente ritenuti incapaci di svolgere le loro mansioni. Dopo aver ingiustamente escluso la società in house dal Patto per Reggio, l'amministrazione di fatto esprime nuovamente un giudizio di disvalore contro la società Hermes e i professionisti che ci lavorano, ritenuti non idonei nel loro ruolo di riscossione dei tributi locali".

"Forse il sindaco - si chiedono Cardia e Ferrara - ha inteso istituire una sorta di durc comunale, con tanto di marca da bollo da 16 euro, che può duplicarsi o triplicarsi nel caso di possesso di più veicoli e che si aggiunge al costo sostenuto dai residenti del centro storico per l'abbonamento annuale per la sosta nelle aree a pagamento delimitate con le strisce blu."

"L'istituzione della Ztl - per i rappresentanti dell'Udc - è un provvedimento non condiviso nemmeno con le associazioni di categoria dei commercianti e degli esercenti che vengono ulteriormente penalizzati in questo momento storico in cui invece l'amministrazione dovrebbe sostenere il tessuto economico e produttivo cittadino, già fortemente provato dalla pandemia". 

"Un provvedimento - concludono Cardia e Ferrara - che non è stato discusso nelle commissioni consiliari, svilendo anche il ruolo dei consiglieri comunali che sono quotidianamente a contatto con le famiglie ed i cittadini. Insomma, continua il netto distacco di questa amministrazione con la realtà, con le reali esigenze dei cittadini e delle famiglie. Un'amministrazione disattenta, forse troppo impegnata a comporre i puzzle delle candidature per le prossime elezioni politiche. Un capolavoro politico, la Ztl nel pieno dell'estate".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Udc boccia la Ztl con l'ironia: "Un capolavoro politico nel pieno dell'estate"

ReggioToday è in caricamento