rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Uil tour in piazza Duomo, sotto la lente i fondi europei e la sicurezza sui luoghi di lavoro

Il segretario regionale Santo Biondo: "Chiederemo a Roberto Occhiuto di convocare il tavolo del partenariato economico e sociale, le cabine di regia e di coinvolgere i comuni nella gestione del Pnrr"

"Per la ricostruzione, dalla grande occasione offerta dal Pnrr e dalla nuova programmazione di fondi europei, ci saranno 15 miliardi di euro da spendere in Calabria. In questo senso, come già avviato con il governo Draghi, chiederemo al nuovo presidente di Regione Roberto Occhiuto di convocare il tavolo del partenariato economico e sociale e le cabine di regia che andranno estese anche ai sindaci dei Comuni". Così il segretario generale della Uil Calabria Santo Biondo intervenuto a Reggio Calabria al tour Uil 2021 nelle piazze.

"Occorre che ci sia qualità sugli investimenti e i servizi essenziali - ha aggiunto - per quanto riguarda la sanità, ambiente, depurazione, lavoro, infrastrutture, risorse per le Zes e porto di Gioia Tauro”.

Una giornata intera di dibattiti, durante la quale grande spazio hanno avuto le studentesse e gli studenti di alcuni istituti superiori di Reggio Calabria, come il “Panella-Vallauri” e il magistrale “Tommaso Gulli”, che ha visto come protagonisti, fra gli altri, rappresentanti del mondo sindacale, come il segretario generale della Uil di Reggio Calabria Nuccio Azzarà; produttivo, come l’imprenditore antimafia Nino De Masi ed istituzionale, come la Camera di commercio guidata da Ninni Tramontana, della provincia reggina.

E l’istruzione è stato il punto nodale dell’intervento di Attilio Bombardieri, segretario generale della UilRua. “Bisogna investire sulla formazione - ha detto - perché renderà più semplice e più attuabile il Pnrr. Senza un sistema in grado di progettare il futuro di questo Paese e utilizzare queste risorse sarà complicatissimo, soprattutto al Sud, riuscire ad utilizzarle”.

"In Calabria - ha aggiunto Bombardieri - per quanto riguarda le università e gli enti di ricerca, abbiamo due realtà che si contrappongono: la prima è Catanzaro che è tra le università più virtuose d'Italia e poi abbiamo l'Università Mediterranea di Reggio Calabria che è la terzultima nelle classifiche nazionali”. “Questo è un dato che ci deve preoccupare. Bisogna ripartire con le assunzioni e dare seguito a quella che è l'idea della ministra Messa, ossia - ha concluso - far diventare il volano del nostro Paese l'università e la ricerca”.

Dal paco di Reggio Calabria, anche se collegato in remoto dal suo studio romano, è intervenuto anche il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri che si è concentrato sulla campagna “Zero morti sul lavoro”. “Ogni anno - ha detto Pierpaolo Bombardieri - muoiono più di 1.200 persone. È una battaglia per la legalità che nella nostra terra assume un significato ancora più forte. Dobbiamo combattere il lavoro nero e sensibilizzare sul tema i ragazzi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uil tour in piazza Duomo, sotto la lente i fondi europei e la sicurezza sui luoghi di lavoro

ReggioToday è in caricamento