Cronaca

La Uilp difende la sede Inps di Caulonia: "Non deve chiudere"

Il segretario generale Giuseppe Talia è pronto alla battaglia e porterà il caso all'attenzione del comitato regionale per scongiurare la chiusura e chiedere la nomina del nuovo direttore

Giuseppe Talia

“La sede Inps di Caulonia non deve chiudere”. Il Segretario generale della Uil pensionati di Reggio Calabria, Giuseppe Talia, tuona contro la decisione dei vertici dell’istituto di previdenza nazionale di azzerare un “ufficio di fondamentale importanza per i cittadini dell’area dello Stilaro”.

“La Uilp di Reggio Calabria - dice Giuseppe Talia - si batterà con forza per evitare che la sventurata ipotesi della chiusura della sede Inps di Caulonia si possa realizzare e lo farà da subito chiamando direttamente in causa il Comitato regionale dell’Inps, nella convinzione che il presidio cauloniese non solo non vada chiuso ma debba essere potenziato”.

La Uil pensionati di Reggio Calabria, attraverso l’intervento del suo Segretario generale Giuseppe Talia, chiederà che venga subito nominato il nuovo direttore dell’ufficio decentrato dell’Inps e riprogrammata la sua azione operativa.

“E’ intuitivo capire - prosegue Giuseppe Talia - come la chiusura dell’ufficio decentrato di Caulonia possa arrecare disagi enormi all’utenza ricadente nel territorio della vallata dello Stilaro che, da un giorno all’altro, per il disbrigo delle loro pratiche sarebbe costretta a sobbarcarsi il peso del viaggio verso la sede di Reggio Calabria, con evidenti ricadute sulle economie di coloro - soprattutto anziani - che hanno bisogno di usufruire dei servizi dell’Istituito nazionale di previdenza sociale”.

“Un pendolarismo burocratico - conclude il Segretario generale della Uilp Reggio Calabria - inconcepibile, inaccettabile che combatteremo con tutte le armi a nostra disposizione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Uilp difende la sede Inps di Caulonia: "Non deve chiudere"

ReggioToday è in caricamento